Pubblicità
Chieri, La Grande Pinacoteca

DOLCE O SALATO 2.0 – I PICCOLI FRUTTI DI BOSCO AMANO IL CIOCCOLATO di Silvana Mangolini

Chi è innamorato del cioccolato lo ama anche quando fa caldo?

Pubblicità

Sì, io sì, non ho dubbi. E per quanto mi riguarda non lo amo tanto trasformato in gelato ma declinato in creme voluttuose.

L’esperienza di lasciare sciogliere lentamente, in bocca, il cioccolato fondente amaro, è coinvolgente a tal punto da osare definirla quasi sensuale.

E sensuale è l’incontro che si verifica in questa crostata: la crema di cioccolato amaro, dal gusto rotondo e vellutato, sfida la delicata asprezza dei frutti di bosco. Ne scaturisce un risultato unico, con impatti gustativi particolarmente interessanti e, perché no, così piacevoli da creare dipendenza.

 

Io, da vera dipendente del cioccolato fondente ad alta percentuale di cacao, preparo spesso questa crostata in versione completamente noire (con la pasta frolla al cacao), ma oggi ve la propongo con una pasta frolla classica, in modo che sia gradita a chi preferisce gusti più dolci. Potete servire la crostata tiepida oppure, in estate, dopo averla fatta riposare in frigorifero per un paio d’ore: la crema di farcitura fredda, secondo me, acquista una marcia in più.

 

P.S. Questa crostata è dedicata a mia cugina Vale: oggi è il suo compleanno. Auguri cugiiiiiii!

 

 

Buon tutto! Alla prossima!

 

 

CROSTATA CON CREMA DI CIOCCOLATO FONDENTE, MIRTILLI E LAMPONI

 


Ingredienti per 8 persone

 

Per la pasta frolla:

 

  • 250 g di farina ‘00’
  • 125 g di burro
  • 100 g di zucchero a velo
  • un uovo
  • salePer la farcitura:
  •  
  • 300 g di cioccolato fondente al 72%
  • 2 uova
  • 300 ml di panna fresca
  • 120 ml di latte
  • 125 g di mirtilli
  • 125 g di lamponi
  •  
  1. Preparate la pasta frolla. Setacciate la farina a fontana sul piano di lavoro. Al centro mettete il burro morbido a cubetti, un pizzico di sale e lavorate con la punta delle dita finché otterrete un composto sbriciolato. Incorporate quindi lo zucchero e l’uovo e lavorate rapidamente fino ad avere una pasta omogenea. Con l’impasto formate un panetto, avvolgetelo in pellicola e tenetelo in frigorifero per circa 30 minuti.
  2. Trascorso il tempo del riposo, stendete la pasta a uno spessore di circa 2-3 mm e rivestite uno stampo da crostata imburrato e infarinato oppure rivestito con carta da forno. Bucherellate il fondo con una forchetta e cuocete in forno già caldo a 190° per 10-12 minuti. Sfornate e fate intiepidire.
  3. Nel frattempo portate a ebollizione il latte e la panna in una casseruola. Togliete dal fuoco, unite il cioccolato tritato grossolanamente e mescolate finché sarà sciolto e incorporato alla perfezione. Lasciate raffreddare, quindi aggiungete un uovo alla volta leggermente sbattuto e mescolate con cura.
  4. Versate la crema preparata nel guscio di pasta frolla e cuocete in forno a 180° per circa 20 minuti o finché la crema si sarà ben rassodata. Sfornate la crostata e lasciate raffreddare. Potete servire la crostata tiepida o fredda, lasciandola in frigorifero per qualche ora, dopo averla decorata con i mirtilli e i lamponi e spolverata con poco zucchero a velo.Consigli:
  • Se decidete di servire la crostata fredda, tiratela fuori dal frigorifero circa 10 minuti prima di servirla in modo che la crema possa riacquistare la giusta consistenza “fondente”;
  • oltre a mirtilli e lamponi potete utilizzare tutti gli altri frutti di bosco.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
×
Pubblicità