Pubblicità
  • Chieri, La Grande Pinacoteca

 “Cambiano come Montmartre”, domenica 17 settembre l’edizione numero 30 dedicata a Giacomo Grosso

Pubblicità
  • Chieri, La Grande Pinacoteca

La XXX edizione di Cambiano come Montmartre  si svolgerà il 17 settembre , dalle ore 10 alle ore 19, e quest’anno verrà interamente dedicata a Giacomo 08Grosso. Durante la serata del giorno precedente, sabato 16 settembre, presso il Teatro Comunale, alle ore 21 andrà in scena lo spettacolo “Aspettando Montmartre in compagnia di Giacomo Grosso” a cura del Laboratorio Teatrale di Cambiano. L’ affermazione del grande artista celebre “Mi?. Mi sun mac‘n pitor”…. ”Me? I’m just a painter”, , sarà l’argomento per  concorso di pittura, che quest’anno oltre ai primi tre classificati, prevede anche un riconoscimento per la categoria under 35. Oltre al tradizionale concorso di pittura, durante la domenica del 17, il centro storico cittadino si trasformerà  in un laboratorio artistico collettivo offrendo una serie di performance di Arte Partecipata proposte da artisti di fama internazionale. I visitatori per un giorno potranno concorrere alla realizzazione di un’opera d’arte collettiva, dove il maestro artista si trasformerà in un coordinatore –  scenografo che li accompagnerà nell’esperienza creativa. Non sarà necessario saper dipingere, importante sarà la volontà di compartecipazione e condivisione di emozioni che possono scaturire dall’atto creativo e artistico in se stesso. Nei giardini vicino agli Asili Gribaudi, assieme a Tegi Canfari sarà possibile dedicare agli amici a quattro zampe la performance ispirata ai “Cani d’Artisti” ed in particolare al dipinto di Grosso “La donna ed il cagnolino”. Sotto il campanile Giustino Caposciutti , ispirandosi ad una delle opere più famose dell’artista, coordinerà la performance di arte partecipata “ Tessere la Feme” che verrà intrecciata con il Telaio Vivente. Con il pittore Cladio Rabino verrà realizzata una grande opera d’arte collettiva in via Compajre, dove i colori ed i pennelli danzeranno sulla tela secondo la regia del maestro, che condurrà i partecipanti nell’ esperienza creativa di “Emozioni mai dimenticate ispirate a G.Grosso” Vicino l’ala mercatale TOrigami piegherà con i partecipanti dei piccoli kimono con tecnica origami. Con gli oggetti realizzati saranno vestite delle ideali bamboline giapponesi che tutte insieme andranno a creare un allestimento collettivo. Lo scultore Giovanni Borgarello in piazza Squassino realizzerà un set fotografico creativo con le sue sculture lignee femminili. Via Cavour sarà dedicata agli intagliatori del legno e al mestiere di falegname del padre di Grosso,ed in via Martini, angolo via Cavour, verrano esposte moto d’epoca. Partecipata con Daniela Gioda, dove sogni e fantasie dei passanti si propagheranno nell’ambiente circostante attraverso fili che partiranno dal suo “Ritratto di Signora con filo bianco” .  Maurizio Rivetti, sotto il Palazzo Comunale stamperà, con chi lo vorrà, un “Ex Libris” commemorativo della XXX Edizione di Cambiano come Montmartre. Reland Resilienza e Recupero, Munlab e  l’Ambasciata del Terzo Paradiso delle Colline Torinesi saranno presenti in via Martini per realizzare assieme ai visitatori il simbolo del Terzo Paradiso che identifica nel cerchio, collocato nella linea dell’infinito, il nuovo equilibrio tra natura e artificio. In piazza  Giacomo Grosso, danza Orientale e danza Tribal ATS con la Loba e le figlie della Luna, e la performance di Mr. Tannunzio & his Orchestra della Paranza del Geco. Appesa ai balconi della  piazza verrà allestita anche la mostra “Panni Stesi” realizzata da una ventina di artisti  e Francesco di Martino coinvolgerà  piccoli e grandi nella creazione di piccoli fischietti sonori .La band itinerante “ Prisma Banda” suonerà per le vie del centro rallegrando ulteriomente la manifestazione. Sarà possibile ascoltare musica per tutti:  Samuele Cerrato,  Diego Amedeo, il Duo Chitarra, l’ Ecobatteria di Louis Atzori,  Vincenzo Ferraro, gli Svago, e Maicol  Billigin e la sua Band. Uno Strillone itinerante leggerà stralci di articoli che alcune testate d’epoca scrissero su episodi della vita di Giacomo Grosso. Nel pomeriggio presso la Chiesa dello Spirito Santo, Silvana Nota terrà una conferenza su Giacomo Grosso e Montmartre immersa nella mostra di pittura degli allievi della Scuola di Pittura G.Grosso.Il paese ospiterà diverse mostre di artisti, tra le quali quelle di Mario Saini e Alberto Branca e quella fotografica di Autofocus. Lungo il Viale Onorio Lisa sarà possibile vedere gli esiti di Cambiano Foto Festival che per quest’anno ha scelto l’arte di Giacomo Grosso come ispirazione per la ritrattistica fotografica, il tutto accompagnato dalle note dei Fuori Tempo Blues. In Piazza Vittorio Veneto Simona e Michela Garberi impegneranno i bambini alla scoperta delle forme nei quadri di Grosso e delle curve e visi per imparare a ritrarsi. I più giovani potranno manipolare l’argilla con il Laboratorio del Munlab e cimentarsi con la pittura aiutati dalla Scuola di pittura Giacomo Grosso e divertirsi con Spettacoli di strada, i Quattro del Trio, i maghi e i giocolieri. Presenti alla manifestazione anche la Scuola Elementare ed i ragazzi della Scuola Media ci presenteranno il loro lavoro multimediale sull’artista. In via Onorio Mosso ci saranno anche le bancarelle di artigianato artistico e per chi lo desidererà sarà possibile, sotto l’Ala Mercatale, assaggiare le ghiottonerie preparate dall’Associazione Irpina e dalla Proloco e tante associazioni saranno presenti in paese . Vista la varietà di intrattenimenti ed il clima festoso, si prevede una buona adesione da parte dei pittori al concorso, che dipingendo  per le vie ed esponendo le loro opere rafforzeranno quello che è lo spirito artistico di questa manifestazione.

Pubblicità

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
×
Pubblicità