Don Ciotti a Trofarello, contro la disuguaglianza e l’indifferenza

Trofarello attende un ospite più che eccellente.   Venerdì 16 novembre, alle ore 21.00, presso la scuola media Giacomo Leopardi di Trofarello, Don Luigi Ciotti –  presidente dell’Associazione Libera, contro i soprusi delle mafie, e fondatore del Gruppo Abele,  in aiuto ai tossicodipendenti e alle vittime delle diverse dipendenze – incontrerà la cittadinanza, confrontandosi sui temi della lotta alla disuguaglianza e all’indifferenza.

L’incontro pubblico, patrocinato dal Comune di Trofarello ed organizzato da un comitato locale di associazioni e volontari che, insieme al Comune, hanno scelto di collaborare per questa serata, è stato fortemente voluto dagli organizzatori presso la scuola, quale luogo che meglio rappresenta la formazione del futuro, dei valori e dell’impegno dei giovani e delle famiglie.

I temi trattati saranno vari e di grande attualità, spaziando dalla situazione della povertà al tema immigrazione e dell’accoglienza, sino alle attività di Libera e l’impegno di Don Ciotti sul tema della legalità e della lotta alle mafie.

“L’invito a partecipare è rivolto a tutti, con l’auspicio che sia utile a confrontarsi e dialogare su temi importanti. Siamo convinti che parlare di questi temi serva anche a costruire una Trofarello più libera, aperta e inclusiva – spiega Stefano Francescon, che curerà la conduzione della serata – Ringrazio il Sindaco Visca, che aprirà la serata e sarà tra tra gli oratori, Stefano Napoletano e tutta l’amministrazione comunale per aver condiviso l’importanza dell’evento e collaborato ad organizzare la serata. Ringrazio inoltre la scuola media per aver da subito condiviso l’iniziativa con entusiasmo e atteggiamento propositivo, il Comitato genitori che ci aiuterà nella comunicazione con i ragazzi e con le famiglie, al fine di meglio promuovere l’evento, la Croce Rossa e le Forze dell’Ordine che interverranno per garantire la sicurezza, i Presidi di Libera e le Autorità della zona”.

Pubblicità
×
Pubblicità