Basket, serie D: BEA Chieri batte Cherasco dopo un supplementare

BEA CHIERI SSDRL – CEST. CHERASCO 77-64 d.1.t.s

Parziali: 14-8, 34-20, 47-40, 60-60

BEA CHIERI: Poggio 10, Segura 8, Benedicenti 15, Taricco 1, Maistrello, Stiffi 2, Diop 8, Gile 20, Bianco P. 2, Zanatta, Navone 6, Brito 5. All. Allisiardi, Ass. Morena, Mussio, Acc. Monteleone.

CHERASCO: Eirale 10, Mucuta 17, Ascheri, Tropini 4, Rissolio 10, Massarone, Prono 13, Coltro 8, Bertolotti 2, Mariano. All. Scavino. 

Seconda vittoria consecutiva per i Leopardi nel campionato di Serie D, che superano dopo una gara emozionante una coriacea Cestistica Cherasco, arrivata al PalaCascinaCapello da penultima della classe ma uscita ancora una volta dimostrando di poter mettere chiunque in difficoltà. Le condizioni di partenza per gli arancioni non erano delle migliori, privi di Caratozzolo e con Gile, Poggio, Diop e Brito acciaccati dopo una settimana di lavoro intenso ma condizionato dagli strascichi fisici della sfavillante vittoria della settimana scorsa a Piossasco. Nonostante ciò BEA è apparsa padrona del campo per larghi tratti, conducendo con ampio margine per molti minuti fino ad incassare la rimonta ospite nel secondo tempo che porta la partita ad un over time totalmente di marchio chierese.Alla palla a due coach Allisiardi parte con Navone, Poggio, Brito, Gile e Diop, a cui Cherasco risponde con Ascheri, Rissolio, Prono, Coltro e Mariano. Le prime battute sono di studio, con Chieri che fatica a costruire buoni tiri più per demeriti propri che per meriti avversari. Ci pensano Diop e Gile a provare a dar linfa alla manovra locale, a cui però prontamente risponde Rissolio, tenendo a contatto i suoi. Le due squadre segnano poco e sbagliano tanto, ma BEA dopo una penetrazione di Poggio chiude la frazione sul 14-8 con 5 in fila di capitan Gile.La seconda frazione si apre con una tripla di Benedicenti che propizia l’allungo chierese: i giovani di casa entrano in campo e danno il loro contributo, con il già citato Benedicenti, Segura, e “Pato” Bianco che portano energia e canestri pesanti. Cherasco tenta di affidarsi al talento di Prono e Mucuta, ma i Leopardi colpiscono dalla lunga con Gile, due volte con Navone e con Poggio andando all’intervallo su di un meritato +14 per quanto espresso in campo, nonostante una manovra a tratti poco fluida.Al rientro in campo la partita si fa più equilibrata, con di nuovo entrambe le squadre che litigano con i ferri. BEA mette la museruola a Prono, ma non riesce mai a dare la zampata decisiva e chiudere i conti, con il vantaggio che continua ad oscillare tra le 10 e le 14 lunghezze. È ancora Gile a tenere a distanza gli ospiti, che però verso fine frazione si riavvicinano guidati da Mucuta e Rissolio. L’attacco chierese si blocca per qualche minuto, Cherasco ne approfitta e arriva a -7 al 30′. I cuneesi iniziano a crederci per davvero e infilano ogni disattenzione della difesa di casa, il 2001 Benedicenti si alza dalla panchina a trova 7 punti che sono puro ossigeno per i suoi, con gli ospiti che comunque si avvicinano ad ogni giro di lancetta.  Il divario di assottiglia sempre di più, Brito tira fuori dal cilindro un tap-in ad una mano che sembra poter dar nuova energia ai Leopardi ma così non è: Navone esce per raggiunto limite di falli, la partita si fa nervosa e diventano tanti i viaggi in lunetta. Un 1/2 di Poggio ed un 2/2 di Brito tengono ancora in testa gli arancioni (59-58) a meno di 1′ dal 40′, Mucuta va in penetrazione e si guadagna due liberi che infila con freddezza. Coach Allisiardi chiama time-out e la rimessa disegnata mette la palla in mano a Poggio, che penetra a centro area e con 4” da giocare subisce e fallo e va in lunetta. L’esterno chierese sbaglia il primo e segna il secondo, pareggiando i conti e lasciando però l’occasione dell’ultimo tiro a Cherasco. Occasione che però non viene sfrutta da Prono, che non trova neanche il ferro e rimanda il verdetto all’overtime. I Leopardi sono in difficoltà fisica, ma sfruttando le maggiori rotazioni mettono in scena un tempo supplementare dominato: Poggio e Gile si sacrificano e stringono i denti, Brito esce per raggiunto termine di falli ma viene sostituito da un ottimo Segura, Benedicenti e Diop sono incisivi mentre Cherasco finisce la benzina. Gli ospiti ricorrono al fallo con frequenza, ma BEA è precisa e con un parziale di 17-4 nei 5′ aggiuntivi mette la parola fine ad una pratica più complicata del dovuto.Una vittoria meritata, arrivata nonostante delle condizioni fisiche difficile ma dopo una prestazione di luci e ombre. Servirà ritrovare la giusta mentalità lungo tutto il corso della partita per continuare la corsa play-off, già a partire dalla decisiva sfida di venerdì prossimo a Beinasco, attualmente a +4 sui Leopardi a tre giornate dal termine della regular season.Nicolò Allisiardi

Pubblicità
×
Pubblicità
  • Elezioni Amministrative - spazi per messaggi politici elettorali