Canelli: presentazione Di “Ho Rifiutato Il Paradiso Per Non Uccidere”e altri appuntamenti alla Biblioteca Monticone

Domenica il 12 maggio 2019 alle 17:00, Atai Walimohammad ha presentato il suo libro ” Ho rifiutato il paradiso per non uccidere”- Multimage, la casa editrice dei diritti umani in collaborazione con CrescereInsieme presso la Biblioteca Monticone di Canelli. Si è ascoltata la storia di Atai, da bambino destinato al “martirio” suicida in Afghanistan, a giovane laureato in Scienze della Mediazione Linguistica. Un urlo forte, consapevole, coraggioso contro il fondamentalismo religioso e l’uso della religione a fini politici.L’obiettivo di questo libro è avvicinare il lettore alle storie quotidiane che ancora popolano l’Afghanistan, un paese dove la guerra e il terrorismo sembrano non finire mai. Dove si distruggono le scuole perché l’istruzione è il peggior nemico del fanatismo e del fondamentalismo. Qui c’è un racconto, frammenti di storie e ricordi di chi ha vissuto in prima persona le vicissitudini dell’Afghanistan.”Ho rifiutato il paradiso per non uccidere” è il titolo più appropriato per il racconto di questo ragazzo che non ha mai rinnegato i suoi ideali anche a costo dalla vita.Atai Walimohammad, un bimbo che non ha vissuto l’infanzia, ed i giocattoli della sua infanzia sono state le vere armi, un bimbo che ha solo la guerra come paragone e nonostante tutto ha cercato di vivere e di crearsi una giusta vita.                          Atai Walimohammad è nato nel 1996 in Afghanistan, figlio di un medico e di una delle sue mogli, è rimasto orfano di padre praticamente da neonato. Era il 1996 quando i talebani presero il potere in Afghanistan; suo padre si oppose a questa situazione e fu condannato a morte dall’imam della moschea ed un giorno, mentre lavorava in ospedale, fu rapito da qualcuno (probabilmente gente del posto) ed impiccato.Walimohammad è cresciuto quindi senza padre, era però incuriosito dai libri e leggendo quei libri, si costruì, da solo, ciò che una qualsiasi comunità dovrebbe garantire a tutti: una cultura. Un ringraziamento ad Atai per aver condiviso con noi la sua storia sconvolgente.

Sabato prossimo, 18 maggio 2019, alle 16 grande festa per tutti i bambini con lo spettacolo “L’enorme coccodrillo”, presso il cortile dell’Enoteca di Canelli, ex scuola G. B. Giuliani.                           Lo spettacolo, liberamente tratto dal libro diRoald Dahl, con Paola Bertoluzzi ed Angela Ressia, regia di Antonio Catalano, è stato realizzato con il contributo della ditta Bosca e della cooperativa sociale Rosa Spina di Canelli.L’ingresso è libero e alla fine, per tutti i bambini intervenuti e per gli affezionati piccoli amici che hanno partecipato con assiduità ed interesse alle letture del sabato mattina, ci sarà una golosa merenda offerta da Francone s.r.l., dalla Panetteria Corino e da Marisa Polleria e Gastronomia.Lo spettacolo è inserito all’interno della ventesima edizione della manifestazione “Crearleggendo”. Dove ci sono racconti c’è magia, passione, divertimento… ed è subito festa!

Alessandra Gallo

Pubblicità
×
Pubblicità