David Riondino è “Il corsaro nero” a Costigliole

Nel parco del castello di Costigliole secondo  appuntamento del teatro. Sabato 7 agosto ci sarà lo spettacolo “Il Corsaro nero” tratto dal romanzo di Emilio Salgari con la direzione artistica di Sergio Maifredi, a cura di  Teatro Pubblico Ligure e preceduto da “Pillola di paesaggio” condotta da Roberto Cerrato, direttore del Sito Unesco. Appuntamento in collaborazione con Piemonte dal Vivo. Nello scenario unico del Parco del Castello, con il maniero a far da sfondo, per la prima volta arriva al festival David Riondino, cantautore, attore e regista italiano di successo. Qui interpreta il personaggio inventato da Salgari, il Corsaro Nero: sarà lui a inaugurare la Stagione 2021, dopo lo spettacolo di cantastorie “Le Storie del matto”: scritto, diretto e interpretato da Matteo Curatella, per la prima volta al festival e andato in scena giovedì. Lo spettacolo è un viaggio nel mondo della figura artistica del “Cantastorie” che ha suonato canzoni, serenate, ballate e momenti di improvvisazione con il pubblico. Sabato nello spettacolo: pallido, sempre vestito di nero, il Cavaliere di Roccabruna, Signore di Ventimiglia, divenuto corsaro per vendicare il fratello ucciso a tradimento dal duca Wan Guld, al soldo degli spagnoli, è uno dei personaggi più celebri del romanzo d’avventura italiano. Abbordaggi, battaglie, duelli, ma anche l’amore che colpisce in modo inaspettato. David Riondino e Sergio Maifredi ce lo restituiscono come una ballata, un racconto da ascoltare a voce alta, una saga fantastica. La rassegna ideata a Costigliole da Teatro Pubblico Ligure porta lo spettacolo dal vivo. Il corsaro nero fa parte del progetto “Capitani coraggiosi”, dedicato alla grande letteratura di mare. Sarà David Riondino a fare vivere le emozioni e le avventure, rivisitate come una ballata, del romanzo di Salgari, accompagnato da un musicista d’eccezione, il campione mondiale di fisarmonica Gianluca Campi, musicista e virtuoso conosciuto in tutto il mondo che non ha mai dimenticato le sue radici liguri. “Capitani coraggiosi affronta la grande letteratura di mare – spiega Maifredi – in un viaggio a tappe, come scali di una rotta attraverso gli oceani. Marinai, naufraghi, esploratori attratti dal folle volo come acrobati di uno spettacolo che ha come teatro il mare, come chapiteau il firmamento per dare voce ai protagonisti, in un racconto orale di avventure antiche quanto l’uomo”. I borghi di Costigliole raccontano per costruire una comunità di cittadini residenti ed ospiti che, sera dopo sera, anno dopo anno, vivono il territorio con orgoglio e consapevolezza. Per quanto riguarda gli spettacoli musicali questa sera nel parco del castello suonerà il Complesso Bandistico Costigliolese. Domenica ci sarà il cinema all’aperto con la proiezione del film:”Cena con delitto”.

Alessandra Gallo

Pubblicità
×