Montaldo Torinese, il candidato sindaco Cortese accusato dalla Procura di ‘apologia di fascismo’

E’ stato candidato sindaco per la lista Fronte Piemonte, a Montaldo Torinese, dove ha ottenuto il 6,69% dei voti e tre seggi in consiglio. Luigi Cortese, leader torinese di Forza Nuova, insieme con altri due militanti, dovrà rispondere dell’accusa di “apologia di fascismo”. I fatti si riferiscono al 2019, quando a Torino era apparso uno striscione che recitava “”spezza le catene dell’usura, vota fascista, vota Forza Nuova”.  Cortese aveva negato di esserne l’autore e di avere autorizzato l’iniziativa.

Pubblicità
×