PASSIONE FUMETTI: Manu Larcenet, prima di Blast: Ritorno alla terra e Lo scontro quotidiano

BLAST

Polza Martini da BLAST
BLAST è un capolavoro. E, sì, l’ho già scritto in un articolo che ho pubblicato quasi un anno fa.
Se non lo conoscete, o se lo avete visto, ma siete diffidenti, sappiate che lo ero anch’io.
Per lungo tempo l’ho osservato distrattamente sui tavoli degli stand della Coconino Press. Mi dicevo che non era il mio genere, disegni strani che sconfinavano nel grottesco, copertine ancora più strane, quasi psichedeliche, ma con colori quasi soffocati da un nero cupo che caratterizza un po’ tutto il romanzo.
Nonostante tutto, mi affascinava.
Nel frattempo mi è capitato di parlare con qualcuno che ne aveva letto i primi volumi e ne era rimasto entusiasta. Così ho iniziato a corteggiarlo e infine mi sono deciso. Presi tutti e quattro i volumi e letto.
BLAST!
Non sarà sicuramente come quello che succede al protagonista Polza Martini, ma leggere Blast è un’esperienza straordinariamente coinvolgente e avvincente, per tutte le sue 800 pagine.

Manu Larcenet

Tempo da cani - Coconino Press
Blast è stato scritto e disegnato da Emmanuel “Manu” Larcenet, un autore geniale ancora troppo poco conosciuto in Italia. Nato nel 1969 a Issy-les-Moulineaux, Hauts-de-Seine, ha pubblicato il suo primo fumetto su una fanzine dedicata al rock e ai fumetti. Dal 1994 i suoi lavori vengono pubblicati sul magazine umoristico Fluide Glacial e sul più avventuroso Spirou. Dal 2000 inizia a collaborare con Dargaud, per cui pubblica tutte le sue opere più importanti. In Italia è stato pubblicato dalla Q Press e, principalmente, dalla Cononino Press. Q Press ha pubblicato due volumi nella collana Oltrenero Humour, dal titolo “Come sopravvivere in azienda” e “I supereroi ingiustamente misconosciuti”. Coconino Press, ad oggi, ha pubblicato “Ritorno alla terra”, “Lo scontro quotidiano”, “Blast”, “Il rapporto di Brodeck”, “Faremo senza”, “Tempo da cani” e “Linea del fronte”.

Ritorno alla terra

Ritorno alla terra di Manu Larcenet
Se Blast è un’opera che ti colpisce allo stomaco, “Ritorno alla terra” (realizzato dal 2002 al 2008) si contraddistingue per la piacevole leggerezza che pervade tutta l’opera (originariamente in 5 volumi di 48 pagine, da noi raccolti prima in due volumi e poi nell’attuale edizione integrale di Coconino).
Ritorno alla terra è una divertente autobiografia di Manu Larcenet – visto dallo sceneggiatore Jean-Yves Ferri (sceneggiatore attualmente al lavoro sulle nuove avventure di Asterix) e disegnato dallo stesso Larcenet – che rievoca il trasferimento di Manu e Mariette in campagna, nel paesino di Rapanel.
Ritorno alla terra - Coconino Press
Una nuova vita, che metterà a dura prova il cittadino Manu Larcenet, alle prese con un mondo per lui quasi alieno, soprattutto per i suoi abitanti: dal taciturno, ma onnipresente, signor Henri, all’inquietante signora Morte-Mont, dal saggio Eremita al Sindaco di Rapanel, dal contadino Traballat al piccolo nipote Esopo. L’intera opera è strutturata come una continua sequenza di sketch, generalmente su mezza pagina, a volte di una sola grande vignetta. Un fumetto pieno di ironia – e di molta autoironia – in cui si ride e si sorride, sempre con gusto e intelligenza.

Lo scontro quotidiano

Lo scontro quotidiano 1 - Coconino Press
Anche “Lo scontro quotidiano” è stato realizzato (interamente da Larcenet) e pubblicato prima di Blast, in parallelo con Ritorno alla terra, se pure per tematiche e stile di disegno si colloca in una zona intermedia, quasi un preludio a quello che sarà il suo capolavoro. Lo scontro quotidiano narra la vita di Marco, un giovane fotografo di guerra che, stanco e nauseato dal suo precedente lavoro, si ritira in campagna, lontano da tutti, dove incontra Ėmilie, una giovane veterinaria di cui si innamora e con cui andrà a vivere.
tavola da Lo scontro quotidiano
Lo scontro quotidiano è un romanzo a fumetti sui rapporti personali, sui continui piccoli e grandi scontri quotidiani e sulla difficoltà di vivere, divisi tra l’essere se stessi, senza compromessi, ed essere quello che gli altri si aspettano. Gli scontri quotidiani sono quelli che Marco affronta nei rapporti con la madre e il padre anziani, con il fratello George, con Emilie, ma anche con il datore di lavoro e con il vicino Gilbert.
tavola di Manu Larcenet
Marco fugge dalle grandi guerre che ha fotografato in giro per il mondo e si ritrova ad affrontarne di più piccole, ma non meno insidiose, a partire da quella con se stesso, con le sue fobie e le sue nevrosi. Ne Lo scontro quotidiano tutto ha un’evoluzione, è una storia di cambiamenti in cui non mancano riflessioni sulla società e sul momento politico che la Francia si trovava ad affrontare una decina di anni fa (ancora in buona parte attuali e soprattutto attuali per il nostro paese). In tutto questo non c’è nulla di stucchevole. Larcenet non è mai banale, nei dialoghi, come nei disegni, supportati da una colorazione che sottolinea stati d’animo e situazioni. C’è molta ironia anche ne Lo scontro quotidiano, ma è più sottile di quella di Ritorno alla terra, e si manifesta più nei disegni che nei dialoghi.
ritratti di Manu Larcenet
Ne Lo scontro quotidiano Manu Larcenet utilizza uno stile più complesso di quello utilizzato in Ritorno alla terra, il suo tratto è più corposo, ricco di tratteggi e più realistico, soprattutto nella rappresentazione delle foto di Marco. Un’evoluzione che lo porterà verso il profondo noir di Blast, con cui quest’opera ha molti altri punti in comune, dalla malattia del padre alle crisi di panico del protagonista.
Lo scontro quotidiano ha vinto il premio come Miglior Libro al Festival di Angouleme e come Miglion Libro straniero al Comicon di Napoli. Inoltre ne è stato tratto un film “Le combat ordinaire”, girato da Laurent Tuel e con Nicolas Duvauchelle nel ruolo di protagonista principale, uscito in Francia nel 2015.
Lo scontro quotidiano di Manu Larcenet
Qui potete leggere il mio articolo su BLAST pubblicato il 27 settembre 2017
Grassa carcassa
BLAST
di Manu Larcenet
opera in 4 volumi edita da Coconino Press nella collana Coconino Cult
in b/n e a colori per 208 pagine cadauno
€ 20 Grassa carcassa – € 21 L’apocalisse secondo San Jacky – € 22 A capofitto e Spero che i buddisti si sbaglino
Ritorno alla terra integrale Coconino Press
Ritorno alla terra – edizione integrale
di Jean-Yves Ferri e Manu Larcenet
Coconino Press – collana Coconino Cult
pag. 256 a colori – € 24
Lo scontro quotidiano integrale Coconino Press
Lo scontro quotidiano – edizione integrale
di Manu Larcenet
Coconino Press – collana Coconino Cult
pag. 244 a colori – € 23

Immagini @ autore e Coconino Press

Pubblicità
×
Pubblicità

Pubblicità