Gli errori che un giocatore di roulette non dovrebbe mai commettere

In Italia il numero di appassionati a giochi d’azzardo come la roulette non fa che aumentare: i dati relativi al 2018 hanno infatti riportato un incremento del 5,6% rispetto all’anno precedente, con una raccolta complessiva del valore di ben 107,3 miliardi di euro. Tale crescita è stata indubbiamente incoraggiata anche dalla maggiore diffusione delle piattaforme online raggiungibili tramite dispositivi mobili come smartphone e tablet, che hanno permesso una maggiore accessibilità azzerando le distanze tra sala da gioco e utente e riescono a soddisfare sempre più i gusti di quest’ultimo.

Chi si è appena affacciato a questo mondo di per sé molto affascinante, però, deve porre attenzione ad alcuni aspetti che, se sottovalutati, possono avere conseguenze anche negative.

Vediamo nel dettaglio quali sono per quanto riguarda il gioco della roulette, nello specifico, e in che modo è possibile evitarli, così da prendere solo il meglio che questo particolare settore può dare.

1) Non darsi un limite di budget

Questo è un passaggio che, se sottovalutato, può portare a conseguenze anche piuttosto spiacevoli, come ci ricordano alcune notizie di cronaca. Se prima di cominciare a giocare non si stabilisce un limite di budget da non oltrepassare in nessun caso, sarà decisamente difficile – se non impossibile – tenere il conto delle uscite e delle entrate nel corso della sessione di gioco e gestire meglio le proprie finanze. La conseguenza diretta sarà una tendenza a tentare e ritentare la sorte all’infinito, finendo per sperperare i propri risparmi senza alcun criterio e tornando a casa con la consapevolezza di aver sbagliato tutto.

Per evitare la frustrazione che segue questo tipo di comportamento, dunque, sarà meglio fissare anticipatamente un budget da dedicare al gioco e lasciare il tavolo nel momento in cui questo si esaurisce. È poi assolutamente sconsigliato ricorrere alla richiesta di un improbabile prestito a chiunque, che si tratti di un amico, di un conoscente o di uno sconosciuto: il rischio è infatti di indebitarsi e non sapere come restituire quella data somma, una volta terminato il gioco.

2) Sopravvalutare le probabilità di vincita

Quante volte ai giocatori capita di pensare che quella determinata mano sarà decisiva per la serata? E quante volte capita di puntare più del dovuto per una semplice convinzione personale, per una sensazione infondata, con risultati disastrosi? I più inesperti sanno bene di cosa stiamo parlando, e sanno anche cosa si prova nel momento in cui ci si rende conto di non aver valutato in maniera realistica la situazione di gioco.

Un consiglio che può rivelarsi utile a questo proposito, dunque, è approfondire come puntare alla roulette su guide come questa, in modo da evitare di cadere in tranelli come quello dei “numeri ritardatari”, ad esempio. Su questi amati e odiati numeri, che danno in realtà la stessa probabilità di vincita di tutti gli altri numeri, i croupier creano molto “hype” al solo fine di incoraggiare le giocate e movimentare le sessioni di gioco al tavolo verde.

3) Giocare per dimostrare qualcosa agli altri

In un ambiente come la sala da gioco, votato allo svago e alla leggerezza, è facile farsi prendere la mano dalle emozioni e dalle dinamiche di gruppo, sfidando gli altri giocatori e prendendo sul personale ogni vincita o perdita. Bisogna sapere, però, che la competizione in questo caso è accettabile solo se ha il fine di stimolare a un maggiore ragionamento; in caso contrario, l’autocontrollo e la razionalità passeranno automaticamente in secondo piano per dare spazio alla rivalità nuda e cruda, che non potrà che nuocere al divertimento.

Inoltre, chi non ha esperienza in questo campo il più delle volte non è nemmeno a conoscenza del fatto che anche gli stessi croupier spingono i giocatori a provare sentimenti come l’invidia, ad esempio, colpendoli nell’orgoglio subito dopo una perdita consistente; il giocatore più esperto sa bene che si tratta di un chiaro tentativo di manipolazione, ma un giocatore vulnerabile e alle prime armi proverà a “rifarsi”, mentre a guadagnarci sarà esclusivamente il banco.

4) Dimenticare che si tratta di un gioco

Chi dedica regolarmente il proprio tempo libero alla roulette troppe volte dimentica che molto in questo gioco dipende dal caso: non è detto che l’applicazione delle migliori strategie porteranno sicuramente a una vincita, dunque, e non ha alcun senso colpevolizzarsi o cercare l’errore che ha causato la propria perdita. Ciò che va tenuto sempre bene in mente, infatti, è che nonostante sia un passatempo emozionante e coinvolgente si tratta comunque di un’attività pensata per far divertire i giocatori.

Naturalmente se si riuscirà a ottenere una somma anche poco consistente grazie al gioco sarà solo un bene, ma non bisognerebbe mai avvicinarsi al tavolo verde con il solo scopo di gonfiare il proprio portafogli: così facendo si andrebbe a intaccare l’essenza di questo e di molti altri passatempi presenti nelle sale di casinò, che consiste nello staccare la spina dal mondo esterno e svagarsi.

Pubblicità
×
Pubblicità

Pubblicità