PASSIONE FUMETTI: 5 Graphic Novel per l’estate, di Ilaria Urbinati

Graphic Novel Time con Ilaria Urbinati
Un appuntamento immancabile, i “Graphic Novel Time” di Ilaria Urbinati alla Libreria Therese di Corso Belgio a Torino. Le proposte a fumetti da libreria – i graphic novel – sono in continuo aumento, sia da parte dei grandi editori, sia per l’ingresso di nuovi e dinamici piccoli editori.
E qual è il modo migliore per orientarsi nella scelta se non partecipare alle serate dell’esperta e simpaticissima Ilaria? Così è stato mercoledì 3 luglio, quarto appuntamento dedicato al fumetto nei locali della libreria indipendente gestita da Sara e Davide, in cui Ilaria ha presentato 5 graphic novel a tema “estate”. Proposte estive in senso lato, di cui alcune piuttosto “punk”, perché – come ha detto Ilaria – il fumetto, o arte sequenziale, ha una vastissima capacità espressiva.

21 giorni alla fine del mondo

21 giorni alla fine del mondo
La prima proposta: “21 giorni alla fine del mondo”, di Silvia Vecchini (testi) e Sualzo (disegni), è un libro di piacevole lettura per tutti, ma il cui target è particolarmente adatto ai ragazzini, sia per il tema, sia per il modo in cui viene trattato. E’ la storia di un’estate – 21 giorni a Ferragosto – i cui protagonisti sono una ragazzina di 12 anni, Lisa, e il suo amico Ale, che si ritrovano dopo 4 anni dalla improvvisa partenza di quest’ultimo. Lisa e Ale sono alle prese con un mistero, dove per mistero si intende qualcosa di scabroso, un argomento di cui gli adulti non vogliono parlare.
tavola da 21 giorni alla fine del mondo
Un libro molto tenero, in cui Silvia Vecchini e Sualzo trattano temi complessi con grande sensibilità e in modo accurato. La narrazione è inframmezzata dalle regole del Karate e, tra le altre cose, tratta in modo delicato anche di quella forma di bullismo infantile che è la suddivisione tra amici di serie A e amici di serie B. “21 giorni alla fine del mondo” è il top da regalare ad un ragazzino di 12 anni, ma anche un’occasione per ritrovare atmosfere che appartengono ad ognuno di noi.
21 giorni alla fine del mondo di Vecchini e Sualzo
21 giorni alla fine del mondo
di Silvia Vecchini e Antonio “Sualzo” Vincenti
208 pagine a colori
Edizioni Il Castoro € 15,50

Ti chiamo domani

tavola di Rita Petruccioli
Ti chiamo domani” è l’opera seconda a fumetti di Rita Petruccioli – la prima come autrice completa – dopo “Frantumi”, da lei disegnato su testi di Giovanni Masi. Anche questo graphic novel, come 21 giorni alla fine del mondo, è un racconto di formazione, se pure più adulto. La protagonista è Chiara, studentessa dell’Erasmus in Francia. Una ragazza dall’animo artistico, felice della propria vita, forse. Deve tornare in Italia per le vacanze estive e per farlo accetta un passaggio da Daniele, camionista umbratile, introverso e schivo. In questi 2 giorni di viaggio, da Tolosa a Roma, si crea un rapporto che li mette in crisi e che, a poco a poco, li cambia: una forma di travaso di personalità che fa del bene ad entrambi.
Ti chiamo domandi
Rita Petruccioli ha uno stile grafico unico e personale, che unisce all’eleganza e alla delicatezza del disegno grandi contrasti di colore ed è capace di farci vedere le cose in modo nuovo e più bello. Una disegnatrice che racconta mettendo e togliendo, per lasciare spazio al lettore anche per pensare. Un libro da leggere in maniera narrativa ma anche visiva.
Ti chiamo domani di Rita Petruccioli
Ti Chiamo Domani
di Rita Petruccioli
144 pagine a colori
BAO Publishing € 18

Safari Honeymoon

tavola di Jesse Jacobs
Safari Honeymoon” di Jesse Jacobs è un graphic novel molto punk, pazzo e divertente. Un libro in b/n, e soprattutto verde, che parla di una luna di miele in un luogo esotico. I protagonisti sono lo sposo (ricchissimo e molto richiedente), la sposa (più carina e gentile del marito) e la guida (preparata e molto performante, sempre disponibile a soddisfare qualsiasi richiesta). E poi c’è il paesaggio naturale, vero e proprio quarto personaggio del racconto, un misto di Africa, Brasile, Australia e Marte. Una giungla piena di creature e creaturine, alcune belle ma pazze, altre che sembrano pericolose ma poi sono carine, il tutto un po’ folle ma allo stesso tempo verosimile. Un viaggio di nozze assolutamente non tradizionale e non prevedibile, ma molto avventuroso e divertente, in cui alla fine non si sa per chi tifare.
Safari Honeymoon
Safari Honeymoon
di Jesse Jacobs
80 pagine a colori
Eris Edizioni € 10

Le figlie di Salem

tavola di Thomas Gilbert
L’estate è anche la stagione in cui si guardano e si leggono più volentieri film e libri horror, e perché no, magari anche un graphic novel a tinte horror, come “Le figlie di Salem” di Thomas Gilbert. Thomas, con un segno potente e di grande impatto, ci racconta la storia delle Streghe di Salem, ragazze belle e un po’ terribili, ma pur sempre ragazze, normali, la cui colpa è quella di vivere in un ambiente – e in un contesto storico – in cui qualsiasi cosa esca dai canoni morali e comportamentali stabiliti diventa peccato.
Le figlie di Salem
Le figlie di Salem si svolge lungo un arco narrativo che copre l’infanzia, la giovinezza e l’età adulta delle ragazze. L’autore ci fa entrare subito nel vivo: fin dalle prime pagine ci mostra infatti come l’ignoranza e la superstizione riescano a vedere il male anche nella semplice curiosità di una bambina, scatenando punizioni e dicerie. Nel corso del libro Thomas Gilbert ci presenta tanti personaggi, tutti molto ben definiti, con una capacità che non ha nulla da invidiare a grandi narratori come, ad esempio, la J.K. Rowling di Harry Potter.
Le figlie di Salem è un bel librone, assolutamente non scontato, che catapulta il lettore in un immaginario folle, ma anche incredibilmente famigliare e capace di suscitare non poche riflessioni, grazie anche ad uno stile affascinante e allo stesso tempo inquietante.
Le figlie di Salem di Thomas Gilbert
Le figlie di Salem
di Thomas Gilbert
200 pagine a colori
Diabolo Edizioni € 26

Louis e i suoi fantasmi

disegno di Isabelle Arsenault
Dopo “Jane, la volpe & io” (presentato nel corso di Graphic Novel Time del 17 aprile 2018), Ilaria Urbinati torna a presentare un’opera di Isabelle Arsenault (disegni) e Fanny Britt (testi): “Louis e i suoi fantasmi”. Un libro che potrebbe sembrare per ragazzi, ma che non lo è. Protagonista è Louis, un ragazzino adorabile di 11 anni che vive con il suo fratellino, Funghetto, un padre che piange quando beve troppo e una madre sempre molto preoccupata. Personaggi molto ben caratterizzati – compreso il fratellino piccolo (catartico, ma ricco di personalità) – per un racconto dove non tutto è idilliaco. Un libro molto realistico e allo steso tempo iconico, realizzato con uno stile particolarmente interessante. E’ il racconto di un’estate in cui accadono molte cose, alcune belle, altre meno, e in cui Louis cresce e scopre il senso del coraggio.
Louis e i suoi fantasmi di Arsenault e Britt
Louis e i suoi fantasmi
di Isabelle Arsenault e Fanny Britt
160 pagine a colori
Mondadori € 16
Ilaria Urbinati a Graphic Novel Time
Di seguito i link agli articoli delle precedenti edizioni di Graphic Novel Time:
Graphic Novel Time 1 – da L’Eternauta a Diario di un fantasma
Graphic Novel Time 2 – da I racconti dei vicoletti a La foresta millenaria
Graphic Novel Time 3 – da La mia cosa preferita sono i mostri a L’intervista

Pubblicità
×
Pubblicità