Chieri e l’incidente dell’asilo, una maestra scrive: “Educatrici sotto shock”

Ancora viva l’impressione per l’assurdo incidente della scuola materna privata di Corso Torino a Chieri. Nel dramma della bambina ancora gravissima al Regina Margherita e nella sofferenza degli altri bambini coinvolti, c’è anche l’angoscia delle maestre, testimoni impotenti del fatto. Una di esse ci ha scritto questo messaggio:

“Accade che in incidenti così gravi non ci si renda conto che omettendo (non volontariamente ) dei dettagli , chi è coinvolto ne resti ancor più ferito.. primo dai commenti ignoranti delle persone e secondo da quanto accaduto… Ci sono delle educatrici sotto shock per quanto accaduto, che sono riuscite a salvare la maggior parte dei bambini presenti…che hanno rischiato anch’esse la loro vita e che hanno provato a salvare i bambini che venivano travolti.. Resto anonima per quanto detto però, ci sono dei dettagli che non si possono tralasciare.. perché poi leggere commenti come “cosa ci facevano i bambini da soli” o “e le insegnanti?” Fa troppo male.. Le insegnanti provavano a salvare chiunque … I bambini erano fuori perché la Filosofia di “casa nel bosco “ è l’outdoor quindi attività all’aria aperta quanto possibile … Ripeto che vorrei restare anonima … ma vi invito ad aggiungere questi dettagli solo per salvare un minimo chi è pienamente coinvolto.. sono certa che capirete…

Pubblicità
×
Pubblicità