Il saviglianese Fabio Ceste Cavaliere dell’Ordine del Tartufo e di vini di Alba.

da-sin-a-destra-Margherita-Oggero-Enrica-Melossi-Fabio-Ceste

Domenica 13 ottobre al saviglianese Fabio Ceste, titolare del wine&food Pelledoca, è stata assegnata l’appartenenza all’”Ordine dei Cavalieri del Tartufo e dei Vini di Alba”. Dodici i premiati quest’anno, tra cui quattro importanti produttori di vino e anche importantissimi importatori, di cui due di Napa Valley (California) e Taipei (Taiwan), sono state inoltre nominate Cavalieri onorari le scrittrici Margherita Oggero e Enrica Melossi. La confraternita, nata nel 1967 in una trattoria di Grinzane Cavour, si costituì con la finalità di rilanciare e propagandare le qualità enogastronomiche della zona. I fondatori si diedero uno statuto nel quale identificarono come scopo dell’Ordine difendere e diffondere in tutto il mondo la genuina gastronomia locale, i vini e gli altri prodotti inconfondibili della terra di Alba e delle Langhe. Nel corso del tempo il numero degli appartenenti all’Ordine, inizialmente albesi o comunque langhetti, si è esteso in tutto il mondo e attualmente conta delegazioni in Svizzera, a Hong Kong, a New York, a Napa Valley, a Taiwan, dove, sotto la guida di Maestri si svolgono Capitoli dedicati alle tradizioni enogastronomiche, ai prodotti d’eccellenza e ai vini del territorio. Tra le motivazioni che hanno portato l’Ordine ha riconoscere a Ceste il ruolo di Cavaliere un suo pensiero identifica bene il suo spirito: “Attraverso un sorso di vino voglio raccontare un territorio e la storia dell’uomo che c’è dietro di esso”. Questa passione attraversa la sua vita perché, fin da bambino, la  Barbera ha iniziato a scorrere nelle sue vene grazie al nonno, che produceva vino ad uso familiare. Da ragazzo trascorreva le estati tra le colline del Monferrato di Vinchio in mezzo ai vigneti, ascoltando i racconti di guerra del nonno e le avvincenti storie di paese. Il vino, la cucina, l’amore per la narrazione e l’interesse per le vicende storiche di questi territori si intrecceranno alcuni anni più avanti, con gli studi universitari che lo portarono ad ottenere una laurea in Storia. Oggi Fabio Ceste è sommelier professionista e redattore della Guida Slowine. La cerimonia si è tenuta a Grinzane Cavour dove sin dalla fondazione i Capitoli si svolgono nello storico castello, sede del Ristorante di Marc Lanteri e dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour e del  Museo delle Langhe.

Pubblicità
×
Pubblicità