A Nizza Monferrato presentata con successo la Cartina della “Nizza Salesiana”

Venerdì 29 novembre  nell’Auditorium della Trinità di Nizza Monferrato, è stata presentata la cartina della “Nizza salesiana, ideata dal geometra Massimo Sileo, in collaborazione con Sr Paola,l’informatico Claudio Arnaldo e il fotografo Claudio Marchini e con la consulenza del dott. Giuseppe Baldino e il dott. Maurizio Martino. Il progetto di tracciare i luoghi di Nizza dove hanno vissuto ed operato don Bosco e Madre Mazzarello, fondatori delle Figlie di Maria Ausiliatrice e dopo, dai tanti salesiani che hanno condiviso il carisma dei fondatori, è nato in occasione dell’inaugurazione dell’Archivio Storico delle FMA del Piemonte e Valle d’Aosta.L’obiettivo della cartina è di rendere disponibile ai pellegrini il tracciato salesiano presente nella nostra città. Da questa ricerca è uscita una cartina  contenente 17 punti per importanza storica salesiana, tra cui l’Istituto Nostra Signora delle Grazie, Casa Madre delle FMA, l’Oratorio Don Bosco e la  Casa San Giuseppe, ex Noviziato FMA. Alla serata sono intervenuti  Fulvio Gatti, Presidente de “L’Erca”, Ausilia Quaglia, Assessore alla Cultura della Città di Nizza Monferrato ed ex allieva dell’Istituto Nostra Signora delle Grazie, Sr Nanda, Direttrice dell’Istituto. Massimo Sileo e Claudio Arnaldo ci hanno illustrato la parte grafica della cartina e il fotografo Claudio Marchini, ha illustrato le foto che ha scattato al suo interno. Inoltre Giuseppe Baldino ha illustrato le modalità dell’acquisto del Convento Nostra Signora delle Grazie e dei terreni limitrofi, da parte di Don Giovanni Bosco, l’arrivo a Nizza delle prime Suore e dei Salesiani, l’insediamento a Nizza della cofondatrice delle FMA Madre Maria Domenica Mazzarello, tutta la crescita dell’Istituto N.S. delle Grazie e degli  Oratori salesiani nicesi.  Inoltre  la Prof. Elisa Piana e il dott.Maurizio Martino hanno letto le descrizioni dei vari luoghi e le motivazioni del loro inserimento nella cartina. Inoltre si sono alternate letture  da parte di Silvia Stanchi, tratte dalle “Memorie Biografiche di Don Bosco”.Da sapere che L’Istituto “Nostra Signora delle Grazie” fu comprato da don Giovanni Bosco nel 1877, sulle rovine di un vecchio convento. Così la Madonna – come era chiamato il convento dai Nicesi – divenne la nuova Casa delle FMA. È anche motivo di orgoglio per la città di Nizza Monferrato, su cui cadde la scelta di San Giovanni Bosco per destinarvi la sede centrale della sua giovane Congregazione.  Siamo orgogliosi che l’Accademia di cultura nicese ha proposto questa serata perché questa cartina è un regalo non solo per i nicesi, ma per tutti i visitatori perché è ricca di curiosità per questi luoghi che siamo felici di riscoprire.Al termine della bella serata Suor Nanda Filippi ha invitato tutti i presenti per  il 13 maggio 2020 per la consueta passeggiata, seguendo i punti della cartina salesiana, in occasione dell’annuale commemorazione di Santa Maria Domenica Mazzarello.

Nella foto: da sin: Silvia Stanchi, Giuseppe Baldino, Maurizio Martino, Sr Nanda Filippi, Elisa Piana e Claudio Arnaldo

Alessandra Gallo

Pubblicità
×
Pubblicità

Pubblicità