IOLAVORO e Campionati dei Mestieri WorldSkills Piemonte in scena mercoledì 4 e giovedì 5 dicembre presso Lingotto Fiere Torino.

Mercoledì 4 dicembre apre al pubblico IOLAVORO e in contemporanea i Campionati dei mestieri WorldSkills Piemonte. Alla 23esima edizione della più grande job fair italiana sono oltre 100 le aziende presenti alla ricerca di personale con 7.500 offerte di lavoro in tutti i settori. Decine gli incontri previsti, tra workshop, laboratori e seminari, con l’obiettivo di favorire l’incrocio tra domanda e offerta nel mondo del lavoro, agevolare la selezione del personale da parte delle imprese, valorizzare le competenze di ogni persona e favorire la ricerca attiva di uno sbocco professionale, oltre a offrire un accesso facilitato ai servizi dedicati all’autoimprenditorialità della Regione Piemonte. Oltre il 70% delle persone partecipanti alla manifestazione negli anni passati ha valutato IOLAVORO come un evento efficace per i propri scopi. In contemporanea si svolgono anche i Campionati dei Mestieri WorldSkills Piemonte, le competizioni che vedranno 52 giovani talenti piemontesi (competitors) sfidarsi in 9 mestieri: cameriere, cuoco, falegname, grafico, hotel receptionist, meccanico d’auto, muratore, pasticciere e sarto. Saranno 56 i “giudici” (Experts) che valuteranno le prove che i competitors dovranno affrontare nelle due giornate di gare per conquistare il titolo di Campione regionale e per ottenere la qualificazione ai Campionati Europei dei Mestieri EuroSkills di Graz 2020 (Austria) e la qualificazione ai Campionati Nazionali WorldSkills Italy di Bolzano 2020, che daranno accesso ai Campionati mondiali in programma in Cina nel 2021. IOLAVORO e WorldSkills sono iniziative organizzate da Agenzia Piemonte Lavoro, promosse dall’Assessorato all’Istruzione, Lavoro, Formazione professionale e Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte, con il sostegno del Fondo sociale europeo. Alla conferenza inaugurale in programma mercoledì 4 dicembre alle ore 10.30, oltre alle diverse Autorità è stato invitato Stefan Praschl, membro del board internazionale e responsabile delle competizioni mondiali WorldSkills che illustrerà la mission e la vision 2025 di questa sempre più importante organizzazione internazionale a cui aderiscono 82 Paesi e regioni nel mondo. “Ritengo molto importante che anche quest’anno, in Piemonte, torni IOLAVORO, che rappresenta una grande opportunità, per le aziende e i candidati in cerca di occupazione, di incontrarsi e conoscersi direttamente, senza filtri – spiega l’assessore regionale al Lavoro, formazione e istruzione Elena Chiorino. Il tutto è reso ancora più significativo dallo svolgimento, in contemporanea, dei WorldSkills Piemonte, i campionati regionali dei mestieri, in cui la nostra regione ha già dato prova di grande qualità, conquistando nelle recenti edizioni internazionali e locali diverse medaglie, che dimostrano l’importanza della buona formazione, una politica attiva sulla quale vogliamo puntare sempre con maggior convinzione. D’altronde il nostro obiettivo ultimo è chiaro: favorire l’incrocio fra la domanda e l’offerta di lavoro per sostenere l’occupazione. In questo senso le giornate di mercoledì e giovedì rappresentano un appuntamento di fondamentale importanza”. “IOLAVORO e WorldSkills – ha detto il direttore dell’Agenzia Piemonte Lavoro – Claudio Spadon – è espressione dell’esperienza e del successo di 22 edizioni principali a Torino e 30 edizioni locali in tutto il territorio piemontese, le più recenti nello scorso mese di novembre a Ivrea e a Biella. L’appuntamento per favorire l’incontro domanda offerta, che ormai da 15 anni si realizza a Torino, propone oltre 100 aziende di vari settori alla ricerca di personale con migliaia di offerte d’impiego, e l’accesso a differenti servizi, come quelli proposti da Agenzia Piemonte Lavoro con i Centri per l’Impiego regionali e con la rete Eures per favorire la mobilità professionale in ambito europeo. Dal 2014 abbiamo aggiunto i Campionati dei Mestieri WorldSkills Piemonte come raccordo ideale tra il mondo dell’istruzione e della formazione e il mercato del lavoro. Con questa edizione si conferma che la formazione professionale piemontese continua a produrre eccellenze, che ben meritano di essere conosciute e valorizzate attraverso una vetrina nazionale e internazionale come i Campionati dei Mestieri”. Per incontrare le aziende alla ricerca di personale occorre iscriversi on line sul sito www.iolavoro.org. L’iscrizione consente inoltre di partecipare a tutti gli incontri informativi e orientativi in programma e di fruire di tanti altri servizi e opportunità di impiego presenti nell’area di Agenzia Piemonte Lavoro-Centri per l’impiego del Piemonte, dove sarà possibile tra l’altro redigere o migliorare il proprio curriculum vitae. Partecipa anche la rete europea dei servizi per l’impiego Eures, che propone numerose attività per far conoscere le possibilità di lavoro in Spagna, Svezia, Germania. Presente anche Pôle Emploi, i Servizi per l’impiego francesi, con numerose possibilità d’impiego oltralpe. E poi ancora la Direzione regionale Inps Piemonte, la Città di Torino con l’InformaGiovani e l’InformaLavoro e l’Agenzia per l’orientamento della Regione Liguria, con le loro attività e servizi informativi. Un’attenzione specifica sarà data al tema all’inserimento al lavoro per le persone con disabilità con il progetto IOLAVORO-H che propone servizi di supporto dedicati. Per giovedì 5 dicembre è stato organizzato il convegno “L’inserimento lavorativo delle categorie protette all’interno delle strutture ricettive turistico culturali” nell’ambito del quale sarà consegnato il premio IOLAVORO-H 2019 all’impresa sociale BiStrani di Torino, il bistrot voluto da Autismo e Società per favorire l’inserimento sociale e lavorativo delle persone nello spettro autistico. Lo scopo dell’incontro è quello di confrontarsi sull’inclusione lavorativa delle persone con disabilità in un settore, come quello ricettivo, turistico e culturale in ampia crescita. Previsti anche seminari su temi come “Giovani e lavoro: futuri possibili” i cambiamenti in atto nel mondo del lavoro e le competenze necessarie per affrontare le nuove sfide, e laboratori di assessment con il servizio Alte professionalità e grandi reclutamenti dell’APL. Il servizio Obiettivo Orientamento Piemonte, nato per aiutare i giovani a orientare al meglio le scelte scolastiche e lavorative, organizza per la giornata di giovedì un seminario per presentare le attività previste nel 2020. Nell’area dedicata ai Campionati dei mestieri e all’orientamento formativo e professionale sono presenti anche numerosi Istituti scolastici e Agenzie formative che propongono i loro percorsi formativi e gli Istituti Tecnici Superiori della Regione Piemonte, che offrono percorsi biennali gratuiti di alta formazione post diploma, per formare le figure tecniche specializzate più richieste dalle imprese. Oltre mille gli studenti attesi provenienti da 30 scuole piemontesi che parteciperanno al “Tour dei mestieri”, un percorso guidato alla scoperta dei mestieri WorldSkills e dell’offerta formativa piemontese.  Al termine delle gare, giovedì 5 dicembre dalle ore 17.00 presso il Teatro dei Mestieri, allestito all’interno della manifestazione, si terrà una grande cerimonia di premiazione che concluderà la due giorni di eventi. Il medagliere nazionale e internazionale di WorldSkills Piemonte, a pochi anni dalla nascita, è già molto ricco e recentemente si è incrementato con la vittoria di altre 3 medaglie vinte ai Campionati interregionali WorldSkills Liguria disputattisi a Genova lo scorso mese di novembre: medaglia d’oro per l’estetista Raffaella Ferro, Enaip di Borgomanero, argento per l’acconciatore Andrew Zicarelli, di “FILOS” Formazione di Novara e bronzo per l’estetista Sara Cirillo, di Immaginazione e Lavoro di Torino. I Campionati WorldSkills Piemonte rientrano tra gli eventi promossi dalla Commissione europea attraverso il progetto di comunicazione “European Vocational Skills event 2019”. Nella passata edizione di IOLAVORO, realizzata nell’ottobre 2018, hanno partecipato 7.500 persone in cerca di lavoro e centinaia di studenti, 100 le aziende e le agenzie per il lavoro con 5.550 offerte di lavoro, realizzati migliaia di colloqui di lavoro, oltre a seminari, incontri e workshop. Dalle ultime analisi di follow up occupazionale realizzate per valutare l’impatto della manifestazione emerge che il 22,6% dei partecipanti, a 3 mesi dall’evento ha trovato un lavoro. A sei mesi dall’evento il dato sale a 32,6% e a 12 mesi arriva a registrare il 48,8%.

Pubblicità
×
Pubblicità

Pubblicità