Black Friday e Ciber Monday: come l’ecommerce ha cambiato le nostre abitudini

L’e-commerce ha stravolto da anni le nostre abitudini in materia di acquisti. Adesso, ognuno ha la possibilità di fare shopping da casa e questa abitudine ha conquistato un’ampia fetta di acquirenti, tanto che le tradizionali giornate di sconto del Black Friday e del Cyber Monday, nate in America, sono diventate momenti irrinunciabili anche in Italia. Tale apprezzamento è dimostrato, in particolare, dalla crescita delle vendite in un periodo, quello prenatalizio, che di solito languiva abbastanza.

Black Friday? Tutta colpa degli e-commerce

Fino a qualche anno fa l’attesa per fare compere nel corso dell’inverno era tutta per i saldi, che dopo Natale davano la possibilità di acquistare a prezzi scontati quei regali che, magari, avremmo voluto trovare sotto l’albero. Con l’avvento dell’e-commerce, però, tutto ciò è cambiato e ora il momento più atteso dagli acquirenti arriva prima di Natale, proprio come lunga tradizione negli Stati Uniti. Il Black Friday e il Cyber Monday hanno quindi davvero stravolto le abitudini degli italiani che vanno alla ricerca dei primi saldi uomo, o donna che siano, sfruttando piattaforme online come YOOX e approfittando degli sconti offerti durante questi due periodi.

In questo modo, Il Black Friday e il Cyber Monday sono diventati una vera e propria manna dal cielo in questo periodo, dando una spinta notevole a determinati settori commerciali come, per esempio, quello della moda. Nell’adozione da parte di noi europei di questa tradizione prettamente americana, l’e-commerce ha ricoperto un ruolo decisivo, tanto da coinvolgere in seguito anche i classici negozi fisici e in particolare, appunto, quelli d’abbigliamento. Gli sconti, così, non sono più limitati a un solo giorno, ma addirittura sono arrivati a durare un’intera settimana, superando a volte il 50%.

Nei negozi saldi a partire da gennaio

Nonostante l’avvento dei Black Friday e del Cyber Monday, i saldi sono rimasti momenti importanti in particolare per i negozi fisici, che aspettano questo periodo dell’anno per cercare di risollevarsi da un periodo prenatalizio in genere buio. Per il prossimo 2020, i saldi cominceranno il 5 gennaio e si chiuderanno in date diverse, a seconda della Regione. In Lombardia, per esempio, dureranno fino al 5 marzo, mentre nel Lazio finiranno il 28 febbraio. In Campania, invece, si chiuderanno addirittura il 2 aprile.

Durante i saldi è certo possibile portarsi a casa capi e merci a ottimo prezzo, ma bisogna far attenzione alle fregature che sono sempre dietro l’angolo. I consigli in questo caso sono sempre i soliti, ovvero controllare il prezzo del prodotto che si vuole acquistare prima dei saldi, in modo tale da verificare che sia stato davvero ribassato. Inoltre, è sempre consigliabile accertarsi che non siano fondi di magazzino (in questo caso diffidare dagli sconti troppo alti). Riguardo le stime sulle cifre che verranno spese durante il periodo dei saldi, secondo l’Ufficio Studi di Confcommercio, si arriverà a oltre cinque miliardi di euro e ogni famiglia ne sborserà, in media, 325.

Nonostante quindi l’apprezzamento sempre più alto che stanno dimostrando gli italiani per due giornate come Black Friday e Cyber Monday, i saldi sono sempre attesi con grande impazienza sia dai consumatori che dai negozianti e quest’anno, per fortuna, sembrano dureranno anche a lungo.

Pubblicità
×
Pubblicità