Smog, “semaforo arancione” per Chieri e Carmagnola. “Rosso” per Torino, Moncalieri, Nichelino e altri 9 comuni

Qualità dell’aria: prosegue il blocco per i diesel euro 5. Probabili nuove restrizioni a partire da venerdi 17 gennaio

Proseguono fino a giovedi 16 gennaio le limitazioni al traffico con il livello di allerta rosso che prevede il blocco per veicoli diesel fino alla categoria Euro 5 immatricolati prima del 01/01/2013 e benzina fino alla categoria Euro 1 nei territori dei comuni di Torino, Beinasco, Borgaro Torinese, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Venaria. Viene applicato anche il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non siano in grado di rispettare i valori previsti per la classe 4 stelle; l’introduzione del limite di 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie negli edifici; il divieto di ogni tipologia di combustione all’aperto (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, etc…); infine il divieto di spandimento dei liquami zootecnici. Le centraline dell’Arpa hanno segnalato in questi giorni un ampio superamento del limite dei 50 microgrammi di PM10 che in alcuni casi sono arrivati a 80 e 100 microgrammi per metrocubo. E’ molto probabile che a partire da venerdi 17 scatterà il livello viola che bloccherà per 13 ore, dalle 7 alle 20, tutti i veicoli a benzina euro 1 e diesel euro 5, compresi (a differenza del livello attuale) quelli immatricolati dopo il primo gennaio del 2013. Inoltre, a partire da domani, martedi 14 gennaio e fino a giovedi 16, saranno attivate le limitazioni del livello arancione nei comuni di Carmagnola, Chieri, Rivalta di Torino e Vinovo.

Pubblicità
×
Pubblicità