CRONACA – Come in un film, il rocambolesco inseguimento da Pecetto a Trofarello: arrestati un 40enne e un 46enne di Nichelino, nell’auto uno ‘scrigno segreto’

Nuovi particolari emergono dalle indagini dei carabinieri di Chieri in relazione all’arresto effettuato ieri di 2 sinti, di 40 e 46 anni, residenti a Nichelino, che dopo un lungo e rocambolesco inseguimento, sono andati a sbattere contro una recinzione di un’abitazione a Trofarello. Dopo un’accurata ispezione del veicolo i carabinieri hanno scoperto che all’interno dell’abitacolo della vettura in uso ai fuggitivi, sotto la plancia posta di fronte al sedile anteriore del lato passeggero, era stato ricavato un vano nascosto, probabilmente per nascondere la refurtiva. Come nel film The Jackal, i due fuggitivi hanno cambiato il colore originale dell’auto con  una pellicola di colore nero. Nel corso della perquisizione i Carabinieri hanno rinvenuto:

–         nr. 2 apparati radio  rx/tx con auricolare/microfono;

–         nr. 1 flessibile a corrente dotato di nr. 12 dischi per tagliare metalli;

–         nr. 2 cacciaviti;

–         nr. 2 cappellini con visiera;

–         nr. 2 scaldacolli;

–         nr. 2 paia di guanti in neoprene di colore nero;

–         nr. 1 prolunga elettrica di colore nero,

dei quali i due soggetti arrestati non hanno saputo dare una giustificazione e che pochi dubbi lasciano sulle reali intenzioni dei due pregiudicati arrestati ieri.

Pubblicità
×
Pubblicità

Pubblicità