PASSIONE FUMETTI: il futuro di Dampyr

Dampyr Speciale 13 “La terra delle aquile”

“El día de los muertos” e “La terra delle aquile”. Dampyr è in edicola con due bellissime avventure sceneggiate dal bravo Claudio Falco. Di professione medico, Claudio ha esordito come sceneggiatore su Dampyr nel dicembre 2009 con “La selva della paura” (albo n. 117) per i disegni di Maurizio Dotti. Nell’intervista appena pubblicata sul sito della Sergio Bonelli Editore ha dichiarato che per lui non è sempre facile conciliare i due lavori, soprattutto mentalmente. Eppure, pur sceneggiando di notte o di prima mattina, l’autore napoletano questo mese ci delizia con due storie ricche e avvincenti, nella migliore tradizione del personaggio.

El día de los muertos

dis. Fabiano Ambu

“El día de los muertos” è ambientato principalmente a Città del Messico nei giorni della Festa dei morti. Una celebrazione folcloristica e religiosa che molti ricorderanno per la spettacolare scena iniziale dell’ultimo James Bond, ma che Claudio Falco esplora nelle sue radici più antiche risalenti ai culti degli Aztechi. Non meno spettacolare è l’interpretazione che ne dà il disegnatore dell’albo Fabiano Ambu. Il suo tratto, energico e ricco di sfumature, conferisce un’aura misteriosa e inquietante sia ai personaggi, sia agli ambienti.

La terra delle aquile

dis. Fabrizio Russo

 

Il 13° Speciale di Dampyr “La terra delle aquile” è ambientato in Albania. 160 pagine di avventura densa di riferimenti storici e geografici precisi. Una storia brillante e piacevole da leggere, anche grazie ai bei disegni di Fabrizio Russo. Un tratto limpido e corposo, con personaggi espressivi e sempre belli da guardare. Una grande varietà di inquadrature e, quando serve, profondità e dinamicità nelle scene. Cosa si può volere di più? Beh, in questa avventura Dampyr dovrà vedersela con ben due maestri della notte.

L’annata di Dampyr presentata a Lucca Comics

Nicola Genzianella parla del suo Dampyr. Nella foto Giorgio Giusfredi, Nicola Venanzetti, Luca Del Savio, Nicola Genzianella, Michele Rubini e Luigi Mignacco

Mistero, Avventura, Orrore, Perversione, Splatter, Storia, Maledizioni, Vampiri, Phatos, Epos, Guerrilla, Macabre. Questi i temi che scorrevano sullo schermo durante la presentazione della nuova annata di Dampyr nella Chiesa di San Giovanni a Lucca Comics. Erano presenti tanti degli autori della serie, a partire da Giorgio Giusfredi, animatore e presentatore della conferenza insieme a Luca Del Savio. Quest’anno mancava Mauro Boselli (curatore e creatore della serie con Maurizio Colombo), che tuttavia Giusfredi ha raggiunto al telefono per un saluto in diretta.

 

 

 

 

dis. Nicola Genzianella

Dopo “El día de los muertos”, a dicembre arriverà “Capodanno celtico”, un’avventura ambientata in Bretagna in cui tornerà Araxe, scritta da Nicola Venanzetti e disegnata da Nicola Genzianella. Sarà un thriller molto cupo che parlerà dei moderni celti (i Gorsedd, realmente esistenti), dei druidi e delle loro celebrazioni, come la festa del fuoco di Samhain.
Nicola Venanzetti ha annunciato che sta lavorando ad una nuova storia che parlerà di un fight club del ‘700 disegnata da Fabrizio Longo i cui protagonisti saranno i dandy perversi dell’”Hellfire Club”.

“Yossele il muto”

Fabrizio Longo parla del suo Dampyr

Il disegnatore Fabrizio Longo – già autore dello Speciale 12 “La porta dell’inferno” ambientato a Firenze e nell’inferno dantesco – sta lavorando anche ad una storia sull’origine della figura del Golem su testi di Mauro Boselli. Uscirà probabilmente nell’aprile 2018, si intitolerà “Yossele il muto” e farà riferimento al mitico n. 5 della serie “Sotto il ponte di pietra” di Mauro Boselli e Luca Rossi. Longo ha dichiarato di essersi ispirato molto allo stile di Luca Rossi, soprattutto per le atmosfere praghesi. In questa storia assisteremo ad un importante colpo di scena che avrà riflessi sul futuro di Dampyr.

 

 

 

dis. Dario Viotti

Luigi Mignacco, sceneggiatore di lungo corso in Bonelli (iniziò con Mister No nel 1987, poi Dylan Dog e via via tutti gli altri personaggi della casa editrice, fino a Tex), sta lavorando ad una storia di Dampyr ambientata a Cuba. Uscirà probabilmente a giugno e sarà disegnata da Dario Viotti, disegnatore dallo stile linea chiara. Mignacco aveva già scritto una storia di Mister No ambientata a Cuba ed è stato a L’Avana prima di scrivere questa avventura. Riferendosi all’aspetto architettonico della città, Mignacco ha parlato di “una città morta, piena di vita. Un’ambientazione ideale per un’avventura di Dampyr, in cui si parlerà molto della santeria, religione locale riconosciuta dallo stato. Entrerà inoltre in scena un nuovo maestro della notte: Huracan”.

Autori all’opera

Daniele Statella alle matite e Beniamino Del Vecchio alle chine

Su testi di Giovanni Di Gregorio sono al lavoro Daniele Statella, ora inchiostrato da Beniamino Del Vecchio, e Claudio Stassi. Durante l’incontro Giorgio Giusfredi ha presentato alcuni nuovi sceneggiatori di Dampyr: Davide Barzi, Marco Febbrari e Maurizio Principato. Davide Barzi sta lavorando ad una storia per i disegni di Fabiano Ambu.

 

 

 

 

 

 

Simone Delladio

 

Giulio Gualtieri e Simone Delladio stanno realizzando una storia su Akhar Nun, maestro della notte creato da Diego Cajelli (anch’egli al lavoro su Dampyr) apparso su Dampyr n. 113 “La nave fantasma”. Sulla serie ritornerà anche Stefano Piani con una storia di ambientazione giapponese disegnata da Giorgio Gualandris, nuovo acquisto in casa Bonelli.

 

 

 

 

 

 

Mauro Boselli sta scrivendo una storia di Dampyr per i disegni di Corrado Roi che uscirà la prossima estate.
Sempre Boselli è al lavoro con Luca Rossi su un’avventura appartenente al filone del mondo del cinema (“Lo schermo demoniaco”, “Bloodywood” e “Horror movie”) con antagonisti i seguaci del maestro della notte Musuraka. A questo maestro è legata anche una successiva storia, scritta da Giorgio Giusfredi per i disegni di Alessio Fortunato, ambientata in una Parigi del presente e del passato.

 

 

 

 

 

Marco Will e “I vampiri di Mompracem”

 

Marco “Will” Villa, figlio di Claudio Villa (disegnatore e copertinista di Tex), disegnerà una lunga storia con protagonisti Harlan e Kurjak: “I vampiri di Mompracem”. Scritta da Mauro Boselli, la storia di 160 pagine (ospitata su uno Speciale), vedrà l’esordio anche di un nuovo maestro della notte.

 

 

 

 

 

 

 

Vanessa Belardo e Gino Vercelli

Tra le avventure future, non annunciate durante l’incontro ma di cui vi è traccia nei post della pagina ufficiale di Dampyr su Facebook, segnale due storie di Claudio Falco, una disegnata da Vanessa Belardo e una da Gino Vercelli.

 

Finnian a Lucca

Per la prossima Lucca Comics è previsto un albo speciale dedicato all’eroe celtico irlandese Finnian che ha dato origine al culto di San Frediano e a cui è dedicata la Basilica di Lucca. L’albo, scritto e sceneggiato da Mauro Boselli, sarà disegnato a più mani da Michele Rubini, Majo, Nicola Genzianella e altri autori della serie. A questo albo parteciperanno anche 9 illustratori fantasy, 7 dei quali hanno partecipato alla mostra “Lords for the Rings” nel 2016: Lucio Parrillo, Angelo Montanini, Daniele Orizio, Ivan Cavini, Edvige Faini, Alberto Dal Lago e Paolo Barbieri, a cui si sono aggiunti Antonio De Luca e Luca Zontini.

 

 

 

Immagini © Sergio Bonelli Editore
Foto autori con disegno © Sergio Bonelli Editore
Foto incontro Chiesa di San Giovanni di Matteo Vidotto

Pubblicità
×
Pubblicità