PASSIONE FUMETTI: Magritte e Macaroni!

Magritte di Thomas Campi
Magritte. Questa non è una biografia è un viaggio immaginario attraverso la vita e le opere del pittore belga René Magritte. Un racconto dove il sogno ad occhi aperti invade e domina la realtà, fondendosi con essa in un percorso surreale e folle, come i quadri del pittore che rivivono nei bei disegni di Thomas Campi.
Macaroni! è un emozionante ricordo di un pezzo della nostra storia, quella degli emigranti italiani in Belgio del secondo dopoguerra, rievocata attraverso l’incontro tra un nonno e suo nipote. Un graphic novel – che è stato anche opera teatrale – delicato e intenso, come il rapporto, per nulla scontato, tra i protagonisti. La diffidenza tra generazioni distanti che diventa curiosità, empatia e tentativo di comprensione di qualcosa di sconosciuto e doloroso.
Magritte e Macaroni! due opere a fumetti, pubblicate in Italia da Coconino Press, che indagano l’animo umano attraverso una riuscitissima fusione di racconto e rappresentazione grafica, quella tra i dialoghi e la sceneggiatura di Vincent Zabus e i disegni di Thomas Campi.

Magritte. Questa non è una biografia

Magritte di Thomas Campit
René Magritte (1898 – 1967) è uno dei più importanti pittori belgi del movimento artistico dei surrealisti, longeva corrente artistica del novecento che annoverava tra gli esponenti più noti Salvador Dalì, Joan Mirò, Max Ernst, il suo conterraneo Paul Delvaux e lo stesso Magritte.
Nella non biografia (il titolo omaggia il quadro Ceci n’est pas une pipe) realizzata da Campi & Zabus, gli autori ci accompagnano nella ricerca dei tratti distintivi dell’opera del pittore, attraverso le strampalate e involontarie peripezie di un impiegato, Charles Singullier, in seguito all’acquisto di una vecchia bombetta, al mercato delle pulci di Bruxelles.
Magritte di Thomas Campi
Come nei quadri di Magritte, la realtà si trasforma attorno a Singullier, prende forme e direzioni impossibili, in modo repentino ma con disarmante naturalezza, quasi a ritenersi la vera normalità. Estremo realismo e folli allucinazioni che si fondono in un gioco continuo, fatto non per spiegare, ma per far pensare. Ed è così che i quadri di Magritte prendono vita nel graphic novel di Campi & Zabus, oppure parlano a Charles Singullier, svelandogli i pensieri dell’autore o particolari della sua vita. Vita di cui ci vengono narrati – se pure in modo apparentemente casuale – fatti fondanti della sua personalità, curiosità e paradossi. Tutto questo in un’avventura brillante e divertente, resa straordinaria dai disegni e dai colori di Thomas Campi.

Magritte e Dylan Dog

Golconda! Dylan DogParlando di Magritte, non si può non ricordare l’influenza che il pittore ha avuto su un importante fumetto italiano: Dylan Dog. Non solo per avere ispirato il mitico Golconda!, l’albo n. 41 del febbraio 1990, scritto da Tiziano Sclavi e disegnato da Luigi Piccatto, in cui il titolo e la bellissima copertina di Claudio Villa (l’ultima da lui disegnata per la serie regolare) si rifanno ad uno dei quadri più famosi ed iconici del pittore (a cui si ispirò anche Angelo Stano per uno dei suoi frontespizi), ma soprattutto per le influenze surreali che permeano tantissime storie dell’Indagatore dell’Incubo. Come nei quadri di Magritte, anche nelle avventure di Dylan Dog l’assurdo, la realtà che si trasforma in incubo e la quotidianità del mistero sono la normalità in cui è difficile individuare i confini tra ordinario e straordinario.

Macaroni!

Ottavio di Thomas Campi in Macaroni
Maccaroni, o macaronì, da maccheroni, veniva usato come dispregiativo per indicare i minatori italiani in Belgio negli anni ’50 e ’60. L’autore belga Vincent Zabus, ispirandosi ai racconti della vita del padre di un’amica, minatore immigrato dall’Italia, ne ha tratto un lungo racconto-sceneggiatura, che nel 2014 è diventato un’opera teatrale e successivamente, grazie ai disegni di Thomas Campi, un graphic novel: Macaroni! Il libro ha vinto il Prix Cognito 2016 per il miglior fumetto belga a carattere storico e ha fatto vincere a Thomas Campi il Premio Boscarato 2018 al Treviso Comic Book Festival come migliore disegnatore italiano.
Roméo
Come per Magritte, anche in Macaroni! l’oggetto del racconto si concretizza e si sviluppa all’interno di un contesto incentrato sulle relazioni dei personaggi che vi compaiono. Costruzione narrativa che contribuisce non poco nel rendere avvincenti e coinvolgenti libri che, pur trattando di argomenti impegnativi, non hanno nulla di documentaristico. In Macaroni! i personaggi principali sono il giovane Roméo e il nonno Ottavio, se pure ha il suo peso anche Fabrizio, padre di Roméo e figlio di Ottavio. Personaggi straordinariamente umani, sia negli emozionanti dialoghi di Vincent Zabus, sia nella recitazione dei disegni di Thomas Campi, molto più fumettistici di quelli di Magritte.
Roméo e Ottavio
Ottavio è un “vecchio rompiscatole”, un uomo taciturno e scorbutico, prigioniero dei fantasmi di una vita piena di sofferenze e sacrifici. Roméo è un ragazzino “stupidino” che si prepara ad entrare nell’età in cui si scopre che la vita è più complicata di quel che sembra. Una vacanza forzata è l’occasione per conoscersi: per Roméo di iniziare a crescere ed entrare nel mondo degli adulti con maggiore consapevolezza, per Ottavio di aprirsi e tirare fuori sentimenti e pensieri da troppo tempo repressi. E insieme a loro anche Fabrizio troverà la forza di aprirsi con il figlio.
Macaroni! è un graphic novel commovente, che narra l’odissea dei migranti sotto ogni cielo. Ma anche un libro che parla dell’incomunicabilità, della difficoltà di raccontarsi di chi, per tutta la vita, è stato abituato a tacere.

Thomas Campi

Leveil di Thomas Campi e Vincent ZabusThomas Campi è nato e cresciuto in Italia, a Ferrara. Dal 2008 ha vissuto per 6 anni a Shanghai ed ora risiede stabilmente a Sydney. Lavora nel fumetto da più di 20 anni e le sue opere sono state pubblicate in tutto il mondo. In Italia ha disegnato Julia per la Sergio Bonelli Editore in coppia prima con Roberto Zaghi e poi con Marco Foderà. Nel 2010 inizia la sua collaborazione con Vincent Zabus, disegnando Les petites gens (inedito in Italia), Magritte. Ceci n’est pas une biographie, per le edizioni Le Lombard, e Macaroni, per Dupuis. Nel 2018 è uscito The Joe Shuster Story: The Artist Behind Superman, scritto da Julian Voloj, per la Super Genius di New York (in Italia edito da Bao Publishing), mentre è imminente l’uscita del nuovo libro realizzato insieme a Vincent Zabus, L’éveile, per Delcourt.
Magritte di Campi & Zabus
Magritte. Questa non è una biografia
di Thomas Campi e Vincent Zabus
Coconino Press
72 pagine a colori per € 16
Macaroni! di Campi & Zabus
Macaroni!
di Thomas Campi e Vincent Zabus
Coconino Press
144 pagine a colori per € 20
Roméo e Ottavio
Immagini © Coconino Press – Thomas Campi – Sergio Bonelli Editore – Delcourt

Pubblicità
Pubblicità
×