Villanova d’Asti, Valfenera, Dusino, Cellarengo e San Paolo Solbrito hanno incontrato l’Asl per la sostituzione della pediatra andata in pensione

Il punto della situazione sulla questione della pediatra andata recentemente in pensione e che i sindaci dei comuni dell’Astigiano rimasti senza il servizio hanno chiesto che venga al più presto sostituita. I sindaci stessi hanno diffuso quesyta nota: “Le Amministrazioni Comunali di Cellarengo, Dusino San Michele, San Paolo Solbrito, Valfenera e Villanova d’Asti, in merito al pensionamento della Dottoressa Aprato, pediatra per oltre 33 anni a Villanova d’Asti,rilevano la necessità di arrivare a sostituirla nel più breve tempo possibileviste le necessità delle famiglie in periodo molto complesso. L’incontro della scorsa settimanacon il dottor Parisi, responsabiledel distretto sanitario di Villanova d’Asti e del Dottor Masoero, direttore Amministrativo, referenti Asl di Asti,sono state ottenutele seguenti informazioni:-laprocedura è stata avviata pochi giorni fae la selezione prevedeuna tempistica che, nell’ipotesi migliore, possa vedere il/ladottore/ssainiziare il servizio entro inizi novembre o, nella peggiore delle ipotesi, entro iniziogennaio;-l’Asl ha già preavvisato alcuni professionisti che possono essere interessatia prendere la sede presso il villanovese, ci sarà comunque una graduatoria alla quale si attingerà per selezionare ilmedico. Le Amministrazioni Comunali sconsigliano, in questa fase, seppur nel pieno rispetto e stima del lavoro dei medici di medicina generale, di optare per quest’ultimiedi indicare, eventualmente, uno dei pediatri disponibili(la Dottoressa Crisafulli svolge servizio due mattine ed un pomeriggio a settimana), anche perché trattasi di selezione temporanea(un annoal massimo), nell’ottica poi, in particolare per i residenti dei territori afferenti al villanovese, di scegliere eventualmente il nuovo pediatra che avrà sede a Villanova d’Asti.Questo suggerimento è anche frutto della preoccupazione,degli amministratori,dovuta alla migrazione di molti piccoli pazienti avvenuta in queste settimaneverso altri pediatri o dottori di medicina generale(circa 1000 nel giro di qualche settimana), con il rischio che diventi meno appetibile per il potenziale nuovo pediatra selezionare la sede villanovese.”

Pubblicità
×
Pubblicità