Chieri e l’ospedale unico dell’asl To 5, Sacco e Varaldo: “Sicchiero si decida e chiarisca la posizione del Comune”

Rachele Sacco e Tommaso Varaldo

 “Ieri sera, 26 novembre, siamo riusciti infine a portare in Consiglio Comunale l’Ordine del Giorno presentata da me e dal consigliere Varaldo avente ad oggetto un pronunciamento chiaro ed inequivocabile sulla posizione del Comune di Chieri in merito alla questione dell’Ospedale unico dell’Asl To5. La nostra richiesta era molto semplice: il Comune doveva chiedere alla Regione e ai sindaci dell’Asl di mantenere fermi i criteri per la localizzazione dell’ospedale. Dal primo protocollo, infatti, sono cambiate molte cose, l’amministrazione regionale, quella comunale di Chieri, sono stati fatti nuovi incontri e discussioni su questo tema, ma più di tutto il Sindaco Alessandro Sicchiero ha fatto delle dichiarazioni in merito molto preoccupanti. Visto che lui stesso, come ribadito anche in consiglio stasera, dice di essere stato frainteso noi gli diamo la possibilità di spiegarsi. Chiedevamo di prendere di nuovo in considerazione tutti i siti possibili e di garantire, più di tutto, l’ospedale Maggiore senza alcun ridimensionamento o depotenziamento. L’ex Sindaco Claudio Martano ha ricordato il lungo percorso ed i punti fermi su cui si era già pronunciato il Comune e che noi chiedevamo semplicemente di confermare. Per questo ci stupisce (ma neppure più di tanto) la difficoltà di Sicchiero e dei suoi nel farlo, ovviamente l’ordine del giorno è stato respinto dalla maggioranza compatta. Alla fine, il Sindaco continua, con simili, atteggiamenti a defilarsi dall’impegno di difendere gli interessi della salute dei cittadini chieresi che sappiamo bene come, se l’ospedale fosse fatto a Moncalieri, creerebbe non pochi problemi a chi dalla nostra città dovrebbe raggiungerlo. Ma se Sicchiero non vuole impegnarsi, lo faremo noi che ci siamo sempre battuti per il nostro ospedale e per migliorare i servizi sanitari per i nostri cittadini.”. Lo dichiara Rachele Sacco, Consigliere Comunale di Progetto per Chieri Salviamo l’Ospedale Insieme. “I cittadini dell’Asl To5 necessitano di un ospedale realmente baricentrico per tutto il territorio e dotato di servizi e reti di trasporto – continua Tommaso Varaldo, Consigliere Comunale del Gruppo Misto Chieri – In questa fase in cui, grazie alla maggioranza di centrodestra, la Regione Piemonte sta rivedendo il progetto dell’ospedale unico rimettendo in discussione l’area di Vadò con tutte le sue criticità abbiamo chiesto alla maggioranza di ribadire con un atto ufficiale i criteri fondamentali esposti in premessa. Se il Sindaco Sicchiero a settembre dichiarava di ritenere importante e urgente coinvolgere i Sindaci del territorio, oggi in Consiglio Comunale apprendiamo dall’ex Sindaco Martano che la maggioranza non ritiene più importante ribadire la posizione delle amministrazioni. Noi riteniamo che la strategicità di questo progetto meriti una posizione forte e certa del Comune, da ribadire ogni qualvolta possa essere necessario”, conclude Varaldo.

Pubblicità
Pubblicità
×