Chieri: “AstraZeneca? Non mi vaccino”. L’asl To5: “Pochissimi casi, c’è l’overbooking”

Il punto vaccinazione di Chieri in Sala Conceria

Anche l’asl To 5 fa i conti con la campagna di (dis)informazione sui presunti effetti negativi del vaccino AstraZeneca. La domenica di Pasqua, in Sala Conceria, a Chieri, alcune persone presentatesi su prenotazione per essere vaccinate contro il covid hanno rifiutato il vaccino quando hanno saputo che sarebbe stato loro inoculata una dose di AstraZeneca. “Non è un caso isolato – spiegano alla direzione dell’asl To5 – ma si tratta comunque di una percentuale minima. E’ stato predisposto dall’Asl un overbooking per andare a coprire gli eventuali e possibili dinieghi”.

Pubblicità
Pubblicità
×