Due giorni di incontri per definire il “Manifesto dei Patti per la Lettura”

Per iniziativa del Centro per il libro e la lettura venerdì 18 e sabato 19 giugno a Taormina, nell’ambito di Taobuk festival 2021, i rappresentanti istituzionali della filiera culturale si danno appuntamento per definire un modello unificato di “Patto per la lettura”. La cornice dell’XI edizione del festival ideato e diretto da Antonella Ferrara (17-21 giugno) accoglie i lavori dedicati al “Manifesto dei Patti per la Lettura”, un articolato simposio di comuni, sindaci, regioni e istituzioni, finalizzato alla definizione di un manifesto programmatico in 10 punti, per divulgare e sostenere in modo capillare e sistematico la cultura del libro. I Patti per la lettura sono uno strumento di promozione del libro e della lettura, riconosciuto dalla legge 15/2020 del 13 febbraio 2020, che riconoscono la lettura come un valore sociale fondamentale, da sostenere attraverso un’azione coordinata e congiunta di soggetti pubblici e privati presenti sul territorio. Considerano i libri e la lettura risorse strategiche su cui investire con l’obiettivo di migliorare il benessere individuale e dell’intera comunità, favorendo la coesione sociale e stimolando lo sviluppo di pensiero critico della cittadinanza. Come si fa a far leggere una comunità cittadina? E come coinvolgere la comunità, attraverso processi partecipativi per la creazione di un Patto per la lettura? Di questi e di molti altri aspetti legati all’impatto dei libri e della lettura nelle comunità, così come agli strumenti per promuovere, attraverso la lettura, la crescita e il benessere di una comunità, si parlerà in occasione della due giorni che coinvolgerà, insieme alla direttrice artistica Antonella Ferrara, anche autori protagonisti di Taobuk festival, come Stefania Auci e lo scrittore spagnolo Manuel Vilas. Il programma prevede due intensi giorni di incontri, trasmessi in streaming sui canali web del Centro per il libro e la lettura

cittachelegge@beniculturali.it

Pubblicità
×