Pallavolo, A1 donne. Chieri ’76 ospita la capolista Busto Arsizio

Ali Frantti (Foto di Matteo Maso)

Dopo due trasferte consecutive, domenica 24 ottobre per la quarta giornata di campionato la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 torna a giocare in casa. L’appuntamento al PalaFenera è contro la Unet E-Work Busto Arsizio. Fischio d’inizio alle ore 17. La prevendita è aperta su https://www.liveticket.it/chieri76, con posti disponibili al 60% della capienza del palazzetto. Le due squadre arrivano alla sfida di domenica distanziate in classifica di 6 punti. Curiosamente nelle prime tre giornate hanno affrontato le stesse avversarie (Perugia, Monza, Vallefoglia): le chieresi hanno ottenuto una vittoria e due sconfitte, le bustocche invece hanno sempre conquistato l’intera posta in palio, risultando così una delle due sole squadre (l’altra è Conegliano) ancora imbattute e a punteggio pieno. Nei sette precedenti fra le due società Busto ha vinto sei volte. Alla scorsa stagione risale l’unica affermazione chierese (0-3 alla E-Work Arena il 13 gennaio), mentre al ritorno Busto si impose 2-3 al PalaFenera. Ex della sfida da un lato Kaja Grobelna, Francesca Bosio e Francesca Villani, dall’altro Jordyn Poulter. Una dovuta menzione anche ai due chieresi del roster bustocco, l’allenatore Marco Musso e il libero Giorgia Zannoni. Affidiamo la presentazione del match alla schiacciatrice Ali Frantti.

Ali, Chieri torna al PalaFenera dopo due sconfitte esterne. Ripartiamo da qui. «Come tutte le squadre, siamo imparando e crescendo ogni giorno. Ho molta fiducia nella nostra squadra nel suo insieme per questa stagione. Prendiamo la sconfitta di mercoledì come un’opportunità per imparare qualcosa, e facciamone tesoro: penso sia il modo giusto per guardare le cose. Ovviamente vogliamo sempre vincere, e per me questa è la mentalità da avere ogni volta che entriamo in campo. Sfortunatamente non è andata come speravamo. Il nostro lavoro magari adesso ancora non si vede, perché le persone non lo vedono, però sono convinta che cammin facendo uscirà fuori. Credo nel nostro modo di lavorare e credo che la squadra sia quella giusta». Nelle prime due giornate hai giocato opposto, mentre mercoledì sei tornata in posto 4. Come hai vissuto la novità del cambio di ruolo? «Non mi sarei mai aspettata di giocare opposto, ma farei qualsiasi cosa per questa squadra e quindi ho visto il fatto di giocare in una nuova posizione come un’opportunità di crescita per ampliare il mio gioco. In realtà mi piace giocare sul lato destro, quindi sono molto felice di dare una mano ogni volta che posso. Ovviamente adoro anche giocare nella mia posizione in posto 4». La partita di domenica con Busto Arsizio? «Sono molto emozionata all’idea di giocare contro Busto in casa. Mi aspetto una partita combattuta fra due squadre molto affamate. Loro sono una squadra ben equilibrata, quindi sarà divertente affrontarle. Ma ho fiducia nella nostra squadra».

Pubblicità