Il treno come motore di sviluppo nei paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

Il convegno che si svolgerà presso il cinema teatro Balbo di Canelli è organizzato dal Club per l’UNESCO di Canelli e dalla Fondazione FS ed ha lo scopo di valorizzare la ferrovia Cavallermaggiore-Alessandria,discutere il suo valore storico e culturale e di quanto possa essere, oggi come in passato, un enorme motore di sviluppo grazie ai treni storici in grado di riversare nel sito un grande numero di turisti.La tratta ferroviaria Alessandria-Cavallermaggiore è stata inaugurata nel 1865 ed è stata difondamentale importanza per lo sviluppo di tutto il sud Piemonte, senza non ci sarebbe stato futuro per l’industria vinicola piemontese in quanto permise la distribuzione in tutto il mondo dei suoi vini. Di conseguenza la viticoltura non avrebbero avuto lo sviluppo e l’importanza attuale e il 50° sito UNESCO italiano Patrimonio dell’Umanità: “Paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato non esisterebbe.Durante il convegno verranno annunciate importanti iniziative per la valorizzazione tutto il territorio inserito nel 50° sito italiano Patrimonio dell’Umanità: “Paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roeroe Monferrato” Fondazione FS e Rete Ferroviaria Italiana hanno appena concluso i lavori per il ripristino della “Ferrovia delle Langhe-Roero e Monferrato” nel tratto Alba–Neive, della linea Alessandria–Cavallermaggiore.Sabato 27 novembre, dopo 11 anni di sospensione, un treno storico della Fondazione FS, partirà alle 9h10 dalla stazione di Torino Porta Nuova per giungere ad Alba alle 10h32, dove è prevista una breve cerimonia alla presenza delle Autorità. Alle 11h15 il treno storico, con trazione a vapore, ripartirà da Alba percorrendo il tratto ferroviario recuperato e in particolare la Galleria Ghersi, vero scoglio per la riapertura e il cui ripristino pareva, fino a poco tempo fa, impossibile. Il treno storico arriverà a Canelli alle ore 12h00. Nel pomeriggio a Canelli è in programma il convegno (ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili).

Programma del Convegno Il treno come motore di sviluppo nei paesaggi vitivinicoli del Piemonte:Langhe-Roero e Monferrato, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

27 novembre 2021 – 15h00 – 18h00 Teatro Balbo – Via dei Partigiani, 15, 14053 Canelli (AT)

14h30 – 15h00 Registrazione partecipanti15h00 – 15h10 Indirizzi di saluto Edoardo Vallarino Gancia (Presidente del Club per l’UNESCO di Canelli) Paolo Lanzavecchia (Sindaco di Canell) 15h10 – 15h20 Massimo Garavaglia (Ministro del Turismo) 15h15 – 15h30 Marco Gabusi (Assessore Regione Piemonte Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche,Difesa del suolo, Protezione civile, Personale e organizzazione) – “Trasporto turistico e trasporto pubblico locale: quali differenze e quali punti di convergenza”. 15h30 – 15h45 Claudia Maria Terzi (Assessore Regione Lombardia Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile) – “L’esperienza della Regione Lombardia con i treni storici”.15h45 – 16h00 Luigi Cantamessa (Direttore Generale Fondazione FS Italiane e Consigliere del Ministro della Cultura per le ferrovie storiche) – “La Fondazione FS Italiane dalla nascita nel 2014 al 2021 e la visione futura sul turismo ferroviario”.16h00 – 16h15 Eraldo Botta (Sindaco di Varallo Sesia) – Best practice “Il treno del Sacro Monte” a Varallo Sesia.16h15 – 16h30 Claudio Colaizzo (Associazione Le Rotaie) – Best practice “Il treno dei parchi”.16h30 – 16h45 Gianfranco Comaschi (Presidente del sito Unesco dei paesaggi vitivinicoli di Langhe,Roero e Monferrato) – “Il treno, motore di sviluppo nel sito UNESCO”.16h45 – 17h00 Michele Viale (Presidente e Amministratore Delegato ALSTOM I ferroviaria Spa) – “Il futuro del trasporto locale a idrogeno”.17h00 – 17h15 Conclude Giancarlo Giorgetti (Ministro dello sviluppo economico) – in attesa di conferma.17h15 – 18h00 Dibattito18h00 Chiusura convegno

Modera il giornalista Sergio Miravalle

Pubblicità