Sicurezza stradale, boom di multe nel 2019. Al via la campagna “Siamo tutti pedoni”

La sicurezza stradale oggi è sempre più al centro dell’attenzione: dai giornali ai tg, infatti, si parla quotidianamente di incidenti e nuove norme che cercano di porre un freno a questa piaga.

Spesso poi basterebbe davvero poco per abbassare il tasso di sinistri che si verificano sulle strade italiane: magari un pizzico di attenzione in più quando ci troviamo al volante, lasciando da parte lo smartphone, come fra l’altro impone la legge. È importante per una questione di sicurezza (nostra e degli altri), e anche per un discorso economico, visto che quando le multe fioccano ne risente il portafoglio.

Ecco perché oggi scopriremo insieme i dati relativi al boom di sanzioni registrato nel 2019, inquadrando poi la situazione dal punto di vista dei pedoni.

Crescono le multe in Italia nel 2019

Il numero delle sanzioni agli automobilisti italiani fa scattare un vero e proprio allarme sicurezza, sono i dati infatti a provare la gravità della situazione. Nel 2019 è stato registrato un autentico boom di multe per eccesso di velocità, cresciute del 35,7% rispetto all’anno precedente, per un totale superiore ai 675 mila soggetti sanzionati.

Se invece si guarda al dato complessivo delle multe nella Penisola, si arriva ad un livello superiore ai 2,3 milioni, il che testimonia un’amara verità: gli automobilisti nostrani sono diventati decisamente più indisciplinati, negli ultimi 12 mesi. Dunque oggi è sempre più importante evitare sanzioni e, soprattutto distrazioni guidando concentrati e pensando ad ogni evenienza. Per questo resta in ogni caso fondamentale stipulare un contratto assicurativo valido, come ad esempio la polizza Helvetia per conducenti, passeggeri e pedoni, così da poter circolare ancora più sereni e sicuri.

D’altro canto, bisogna iniziare a vedere la situazione anche dall’altro lato, ovvero quello dei pedoni, che spesso rischiano ancora di più. Per questo motivo andiamo ora ad approfondire una campagna di sensibilizzazione appena partita.

Siamo tutti pedoni: al via la mobilitazione

Non rischia soltanto chi è al volante o i passeggeri del mezzo, ma anche i pedoni. Purtroppo i dati del 2019 non si rivelano positivi neanche in questo senso, con un aumento del +2% dei decessi di pedoni in seguito a incidenti stradali.

Per questo motivo, diverse associazioni di sindacati hanno deciso di lanciare l’undicesima edizione della campagna “Siamo tutti pedoni”, allo scopo di sensibilizzare i cittadini dello Stivale verso il tema scottante dell’incidentalità in Italia.

Si tratta di un passo che reso necessario dall’aumento di vittime e di incidenti che hanno coinvolto (fra gli altri) anche molti ciclisti. Lo scopo è anche quello di far apprendere a chi cammina a piedi alcune misure di sicurezza necessarie per abbattere tutti i rischi in strada: un discorso che ha coinvolto persino i bambini e i ragazzi, attraverso una serie di iniziative che si sono svolte grazie all’impegno del Centro Antartide.

Pubblicità
×
Pubblicità

Pubblicità