PIEMONTE ARTE: MUSEI AD AGOSTO, BARDONECCHIA, OCCIT’AMO, DOUCET, AVIGLIANA, AGLIE’, PINEROLO, VERBANIA…

coordinamento redazionale di Angelo Mistrangelo

 

GAM – PALAZZO MADAMA – MAO: APPUNTAMENTI AGOSTO 2020

A partire dal mese di agosto, la GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, il MAO Museo d’Arte Orientale e Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica saranno aperti con i seguenti orari:

GIOVEDI E VENERDI DALLE ORE 12 ALLE 19

SABATO E DOMENICA DALLE ORE 10 ALLE 19

LA BIGLIETTERIA CHIUDE UN’ORA PRIMA

Lunedì, martedì e mercoledì i musei saranno chiusi.

Avvisiamo il pubblico che:

Lunedì 3 agosto la GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea e il MAO Museo d’Arte Orientale saranno chiusi

Martedì 4 agosto il MAO Museo d’Arte Orientale sarà chiuso

 

GIOVEDI 6 AGOSTO

Giovedì 6 agosto ore 15

PEINTRE ANIMALIER

GAM – attività per famiglie con bambini dai 4 anni

Carlo Pittara nel giugno del 1880 presenta, dopo due anni di lavoro, una tela di grandi dimensioni suscitando lo stupore e l’entusiasmo del pubblico per l’originalità dell’invenzione nella ricostruzione dell’ambiente e per la straordinaria resa realistica dei personaggi e soprattutto degli animali. Lo stile pittorico è talmente particolareggiato da rendere possibile distinguere le caratteristiche morfologiche delle capre, dei bovini, dei cavalli, dei cani, dei volatili fino ad una impertinente scimmietta, tutti rappresentati con estrema vividezza. In laboratorio i bambini hanno a disposizione alcune immagini di animali stampate su acetato da dipingere con acrilici, che vengono successivamente montate su un supporto trasparente per creare un cofanetto tridimensionale.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Info e prenotazione obbligatoria: 011 5211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

Giovedì 6 agosto 2020 ore 17

DI TERRA

Palazzo Madama – attività per famiglie con bambini 5/10 anni

Dai grandi animali usciti dalle fornaci del re Augusto il Forte, un percorso per scoprire gli impieghi della terra e la storia della porcellana con le sue celebri qualità. Dura, friabile, morbida la terra è da manipolare, modellare, mescolare per creare e costruire tutto ciò che vogliamo ma è anche l’ingrediente che i bambini utilizzeranno in laboratorio per preparare i colori con cui dipingere.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Info e prenotazione obbligatoria: da lunedì a venerdì orario 9,30-13 e 14-16.

Tel. 011 4429629 – madamadidattica@fondazionetorinomusei.it

 

 

 

VENERDI 7 AGOSTO

 

Venerdì 7 agosto ore 17

SPEZIALMENTE

MAO – attività famiglie

Il viaggio attraverso le opere provenienti dal Subcontinente indiano, dal Sud est asiatico e dai Paesi Islamici dell’Asia segue la traccia profumata e colorata lasciata dalle spezie originarie di questi Paesi che al termine della visita i partecipanti incolleranno su cartoncini di carta dando vita ad un lavoro dal profumo orientale. Adatto a tutte le età.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Carta Musei)

Prenotazione obbligatoria:  011 4436927/8 – maodidattica@fondazionetorinomusei.it

GIOVEDI 13 AGOSTO

Giovedì 13 agosto ore 17

OCCHI DA ORIENTALE

MAO – attività per famiglie

Un percorso di visita nelle collezioni permanenti alla scoperta di sguardi e volti nella statuaria, nelle stampe, nella pittura e nelle terrecotte esposte. Un’osservazione dell’arte figurativa in oriente, dall’umano al divino attraverso le opere del MAO, che consentirà di realizzare in laboratorio un ritratto utilizzando collage e tecniche miste. Adatto a tutte le età.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Prenotazione obbligatoria:  011 4436927/8 – maodidattica@fondazionetorinomusei.it

VENERDI 14 AGOSTO

Venerdì 14 agosto ore 17

A CERCAR CONCHIGLIE

Palazzo Madama – attività per famiglie con bambini 5/10 anni

Salire uno degli scaloni più belli al mondo scoprendone spazio, colori e luce mentre si cercano conchiglie. Frastagliate, gigantesche, realistiche, stilizzate e così famigliari anche ai più piccini, le conchiglie, sono state uno dei temi dominanti del barocco e con le loro forme e striature saranno oggetto di un collage tattile fatto di sabbia e colore.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Info e prenotazione obbligatoria: da lunedì a venerdì orario 9,30-13 e 14-16.

Tel. 011 4429629 – madamadidattica@fondazionetorinomusei.it

SABATO 15 AGOSTO

FERRAGOSTO AL MUSEO

Sabato 15 agosto ingresso speciale a 1 euro alla GAM, a Palazzo Madama e al MAO

Ingresso a tariffa ordinaria per la mostra Helmut Newton. Works

Il giorno di Ferragosto la Fondazione Torino Musei apre tutti i suoi musei dalle 10 alle 19 e offre l’ingresso, per singolo museo, al prezzo simbolico di 1 euro per visitare le collezioni di Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica, GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea e MAO Museo d’Arte Orientale.

Le mostre in corso a Palazzo Madama e al MAO sono comprese nella tariffa speciale, mentre la mostra in corso alla GAM Helmut Newton. Works sarà a tariffa ordinaria, secondo regolamento. Durante la giornata un ricco programma di visite guidate.

ORARI DI APERTURA DEI MUSEI DELLA FONDAZIONE

GAM – MAO – Palazzo Madama – APERTI

dalle 10.00 alle 19.00. Ultimo ingresso alle 18.00

TARIFFE SPECIALI 15 AGOSTO:

  • GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea

Collezioni del Novecento e del Contemporaneo + mostre FORMA/INFORME. La fase non-oggettiva nella fotografia Italiana 1935-1958 e GIUSEPPE CHIARI – 1 euro (chiuse le collezioni dell’Ottocento).

Mostra HELMUT NEWTON. WORKS – secondo tariffa ordinaria (compresa nel costo anche la mostra CAVALLI, COSTUMI E DIMORE. La riscoperta della “Fiera di Saluzzo (sec. XVII)” di Carlo Pittara

La tariffa di 1 euro sarà applicata anche agli Abbonati Musei (escluso Newton).

  • PALAZZO MADAMA – Museo Civico d’Arte Antica

Collezioni + mostra ARGENTI PREZIOSI. OPERE DEGLI ARGENTIERI PIEMONTESI NELLE COLLEZIONI DI PALAZZO MADAMA – 1 euro

La tariffa sarà applicata anche agli Abbonati Musei.

  • MAO Museo d’Arte Orientale

Collezioni + mostra DIPINGERE L’ASIA DAL VERO. Vita e opere di Arnold Henry Savage Landor, progetto STORIE DAL MAROCCO. Oggetti testimoni di identità e memoria e rotazione di dipinti giapponesi su rotolo verticale LA POESIA DEL PAESAGGIO – 1 euro

La tariffa sarà applicata anche agli Abbonati Musei.

VISITE GUIDATE:

Sabato 15 agosto ore 15 e ore 16.30

LA POTENZA DI UNO SCATTO – HELMUT NEWTON

GAM – visite guidate alla mostra

Attraverso la selezione di 68 fotografie a cura di Matthias Harder, direttore della Helmut Newton Foundation di Berlino, la visita guidata alla mostra permette di illustrare un’ampia panoramica della lunga carriera del fotografo Helmut Newton che, fin dai suoi esordi, non ha mai smesso di stupire e far scalpore attraverso i suoi concetti visivi.

Il percorso in mostra, strutturato in quattro sezioni, permette ai visitatori di avvicinarsi agli scatti potenti e innovativi di Newton partendo dalle opere degli anni Sessanta, con le numerose copertine per Vogue, per proseguire con i ritratti di personaggi famosi del Novecento,  tra i quali ricordiamo Andy Warhol (1974), Gianni Agnelli (1997), Paloma Picasso (1983), Catherine Deneuve (1976), Claudia Schiffer (1992) e Gianfranco Ferré (1996),  sino all’opera più tarda con il bellissimo ritratto di Leni Riefenstahl del 2000.

Costo: 6 euro per visita guidata + biglietto d’ingresso alla mostra (ingresso gratuito per i possessori di Abbonamento Musei e Torino Piemonte Card)

Info e prenotazione obbligatoria: 011 5211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

Sabato 15 agosto ore 15

LE COLLEZIONI DI PALAZZO MADAMA

Palazzo Madama – visita guidata alle collezioni del museo

L’architettura di Palazzo Madama si presenta agli occhi dei visitatori attraverso un accostamento evidente di anime diverse: ai resti di età romana si aggiungono le tracce delle trasformazioni realizzate in epoca medievale e barocca. L’appuntamento in museo si trasforma in un viaggio esplorativo dell’edificio che prende avvio dal castello. I nostri passi riprendono il percorso attraverso le scale della torre panoramica per passare a decorazioni, intagli e dorature degli appartamenti delle Madame Reali fino al luminoso scalone realizzato dall’architetto Filippo Juvarra.

Le visite sono formate da massimo 7 persone per garantire il distanziamento fisico. Il ridotto numero dei partecipanti favorisce tuttavia l’interazione con il personale scientifico che condurrà la visita.

Per chi desidera regalarsi ancora alcuni momenti in museo consigliamo una “sosta gustosa” presso l’elegante caffetteria.

Costo: 6 euro per visita guidata + biglietto di ingresso al museo 1 euro

Visita alle collezioni + mostra Argenti preziosi al costo agevolato di € 10

Info e prenotazione obbligatoria:  011 5211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

Sabato 15 agosto ore 16.30

ARGENTI PREZIOSI

Palazzo Madama – visita guidata alla mostra

Un itinerario “prezioso” quello dedicato alla mostra sugli argenti di Palazzo Madama che permette di approfondire alcuni aspetti dell’esposizione, come la lavorazione del metallo e le norme applicate dalla corte sabauda sul controllo della qualità dei prodotti realizzati.

Grazie alla varietà degli oggetti esposti, potremo ripercorrere il gusto dell’argenteria dal Settecento all’Ottocento. In particolare saranno illustrati diversi oggetti di arredo, da tavola e destinati al culto, ma ancora monete che ripercorrono la storia del ducato dalla metà del Cinquecento alla metà dell’Ottocento e i “dorini”, ornamenti da acconciatura e spilloni d’argento, molto di moda tra le signore piemontesi di metà Ottocento. Tra i numerosi preziosi trovano spazio in mostra alcuni grandiosi disegni dell’argentiere Giovanni Battista Boucheron.

Costo: 6 euro per visita guidata + biglietto di ingresso al museo 1 euro

Visita alle collezioni + mostra al costo agevolato di € 10

Info e prenotazione obbligatoria:  011 5211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

Sabato 15 agosto ore 16

GALLERIE CINA E GIAPPONE

MAO – visita guidata

L’itinerario attraverso le opere esposte si trasforma in un viaggio verso l’Asia Orientale. Il percorso parte dagli oggetti d’arte della Cina antica, caratterizzati da vasellame neolitico, bronzi rituali, lacche e terrecotte – databili dal Periodo Neolitico al X secolo d.C. per proseguire nella suggestiva galleria dedicata al Giappone, che presenta statue lignee di ispirazione buddhista, eccezionali paraventi, armature dei samurai e dipinti su rotolo verticale e xilografie policrome note come ukiyo-e, ‘immagini del mondo fluttuante’.

Costi: 6 euro per visita guidata + biglietto di ingresso al museo 1 euro

Prenotazione obbligatoria:  011 5211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

GIOVEDI 20 AGOSTO

A partire da giovedì 20 agosto le collezioni del Novecento della GAM saranno CHIUSE per permettere il riallestimento delle opere. Il nuovo allestimento inaugurerà venerdì 25 settembre.

Giovedì 20 agosto ore 15

DI – SEGNI NELLO SPAZIO

GAM – attività per famiglie con bambini dai 6 anni

Protagonista lo spazio esterno della GAM, dove andremo alla scoperta di alcune opere d’arte qui collocate, a esempio Il Conquistatore di Davide Calandra 1904, Disarticolare un cerchio di Riccardo Cordero e ancora In limite di Giuseppe Penone.

I partecipanti saranno coinvolti in un gioco di esplorazione delle forme e dello spazio, che da chiuso e limitato si apre all’esplorazione. In laboratorio la maglietta diventa un nuovo luogo di accoglienza nel quale far rivivere forme ispirate alle opere tutte da indossare.

I partecipanti dovranno portare con sé una maglietta bianca.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Info e prenotazione obbligatoria: 011 5211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

Giovedì 20 agosto ore 17

A CERCAR CONCHIGLIE

Palazzo Madama – attività per famiglie con bambini 5/10 anni

Salire uno degli scaloni più belli al mondo scoprendone spazio, colori e luce mentre si cercano conchiglie. Frastagliate, gigantesche, realistiche, stilizzate e così famigliari anche ai più piccini, le conchiglie, sono state uno dei temi dominanti del barocco e con le loro forme e striature saranno oggetto di un collage tattile fatto di sabbia e colore.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Info e prenotazione obbligatoria: da lunedì a venerdì orario 9,30-13 e 14-16.

Tel. 011 4429629 – madamadidattica@fondazionetorinomusei.it

 

Giovedì 20 agosto ore 17

UNA PENNELLATA DI GIAPPONE

MAO – attività per adulti

L’appuntamento prevede una visita alla collezione giapponese e un’attività pratica. La visita è incentrata sui dipinti su carta o su seta incorniciati in rotoli di formato verticale, i kakemono, sui grandi paraventi e sulle celebri stampe ukiyo-e. A seguire, i partecipanti potranno cimentarsi nella pittura monocromatica su formato verticale.

Costo: €7 per l’attività + biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Prenotazione obbligatoria: t. 011 4436927/8 – maodidattica@fondazionetorinomusei.it

VENERDI 21 AGOSTO

Venerdì 21 agosto ore 17

OCCHI DA ORIENTALE

MAO – attività per famiglie

Un percorso di visita nelle collezioni permanenti alla scoperta di sguardi e volti nella statuaria, nelle stampe, nella pittura e nelle terrecotte esposte. Un’osservazione dell’arte figurativa in oriente, dall’umano al divino attraverso le opere del MAO, che consentirà di realizzare in laboratorio un ritratto utilizzando collage e tecniche miste. Adatto a tutte le età.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Prenotazione obbligatoria: t. 011 4436927/8 – maodidattica@fondazionetorinomusei.it

GIOVEDI 27 AGOSTO

Giovedì 27 agosto dalle ore 19 alle 21.30

GOLDEN HOUR

Club Silencio alla GAM

A partire dalle ore 19.00 l’associazione Club Silencio anima i giardini della GAM, proponendo il suo nuovo format Golden Hour con cui vivere al meglio il tramonto estivo.

Nella serata di giovedì 27 agosto il museo resterà aperto fino alle ore 21.30 con accesso gratuito ai giardini, che saranno animati da Club Silencio con musica, performance e cocktail bar.

Saranno aperte le collezioni permanenti del contemporaneo e la mostra dedicata a Helmut Newton, visitabili con un biglietto ridotto a 8€

Info: https://clubsilencio.it/ e www.gamtorino.it

Giovedì 27 agosto ore 15

FORME/INFORME DA SPERIMENTARE

GAM – attività famiglie con bambini dai 6 anni

La fotografia sperimentale si sviluppa all’ombra della più nota fotografia (neo) realista. I fotografi utilizzano la macchina fotografica per indagare realtà diverse rispetto al dato reale, catturando sulla carta fotografica e sulla pellicola, segni, luci, ombre e forme che si possono avvicinare agli effetti grafici della pittura informale.

Partendo dalle suggestioni raccolte in mostra, osservando alcune opere, i bambini potranno sperimentare differenti tecniche artistiche e diversi strumenti, dando origine a nuove immagini e forme. Le esperienze di ciascuno saranno racchiuse in un libro ricordo pieghevole.

I bambini dai 6 anni di età dovranno indossare la mascherina durante l’attività.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Info e prenotazione obbligatoria: 011 5211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

Giovedì 27 agosto ore 17

SPEZIALMENTE

MAO – attività famiglie

Il viaggio attraverso le opere provenienti dal Subcontinente indiano, dal Sud est asiatico e dai Paesi Islamici dell’Asia segue la traccia profumata e colorata lasciata dalle spezie originarie di questi Paesi che al termine della visita i partecipanti incolleranno su cartoncini di carta dando vita ad un lavoro dal profumo orientale. Adatto a tutte le età.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Prenotazione obbligatoria: t. 011 4436927/8 – maodidattica@fondazionetorinomusei.it

VENERDI 28 AGOSTO

Venerdì 28 agosto 2020 ore 17

OCCHIO ALLA CORNICE!

Palazzo Madama – attività per famiglie con bambini 5/10 anni

Protegge con il suo dorato abbraccio grandi e piccole opere dipinte rimanendo silenziosamente in disparte, ma se ci fermiamo a guardarla potremmo stupirci seguendo i complicati intrecci di linee e foglie che la percorrono e a volte nascondono facce buffe e mostruose.

Costo: bambini €7 per l’attività; accompagnatori biglietto di ingresso ridotto secondo regolamento del museo (gratuito con Abbonamento Musei)

Info e prenotazione obbligatoria: da lunedì a venerdì orario 9,30-13 e 14-16.

Tel. 011 4429629  madamadidattica@fondazionetorinomusei.it

Tutti i sabati e le domeniche Theatrum Sabaudiae propone visite guidate alle collezioni e alle mostre di Palazzo Madama, GAM e MAO.

Per informazioni e prenotazione obbligatoria: 011 5211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

 

BARDONECCHIA, RIAPERTO DAL 1° AGOSTO IL MUSEO FORTE BRAMAFAM

Riaperto dal 1° agosto il Museo Forte Bramafam a Bardonecchia, per la stagione 2020. Un anno che segna anche i 25 anni della rinascita della fortezza: da rudere abbandonato a quello che oggi è un Museo di Storia Militare fra i più apprezzati e conosciuti d’Europa, interamento curato dall’A.S.S.A.M. (Associazione per gli Studi di Storia e Architettura Militare). La stagione di visite iniziata il 1° agosto – con nuovi allestimenti e mostre – continuerà sino a ottobre.

INFO E CONTATTI

IL MUSEO FORTE BRAMAFAM SARÀ APERTO PER TUTTO IL MESE DI AGOSTO

I SABATI E DOMENICHE DI SETTEMBRE E OTTOBRE.

L’ORARIO DI VISITA È DALLE 10,00 ALLE 18,30.

ULTIMO INGRESSO ALLE 17,00.

tempo medio di visita 2-3 ore.

Quest’anno le visite guidate sono sospese.

INGRESSO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORI IN RISPETTO ALLE NORMATIVE ANTI COVID19

CHIAMARE AL 377.3496355 DALLE 10.00 ALLE 17.00

Infoline: Tel. +39 3336020192

Altre info e aggiornamenti sulle mostre:

www.fortebramafam.it e alla pagina FB https://www.facebook.com/museofortebramafam

 

OCCIT’AMO FESTIVAL: DA VENERDÌ 7 A DOMENICA 9 AGOSTO 2020 NELLE VALLI PO, BRONDA E INFERNOTTO

Un fine settimana di concerti con i Lou Seriol, i Sonadors e gli Autre Chant

che portano i ritmi occitani sui palchi delle tre vallate

 

Venerdì 7 agosto – dalle ore 17.30 – 18.30

Paesana (Parco Lungo Po)

IN VIAGGIO CON GIOVANNINO PERDIGIORNO

Partendo dal celebre Giovannino Perdigiorno di Gianni Rodari, i partecipanti viaggeranno tra le sue filastrocche a suon di musica.

Laboratori ludico-educativi realizzati con l’utilizzo di canti, movimento strutturato ed espressivo, strumentario convenzionale e non, attraverso la musica.

– Età: 6-11 anni, massimo 8 partecipanti per gruppo

– necessario arrivare 15 minuti prima dell’inizio

Ingresso gratuito.

Obbligatoria la prenotazione al numero +39 0175567840

 

Venerdì 7 agosto

Paesana (via Roma – laboratorio, in caso di pioggia Sala Incontri)

PROFUMO DELLE ERBE OFFICINALI

Le essenze del territorio, vincitore di uno dei due trofei della riserva della biosfera transfrontaliera del Monviso. Presentato da Laboratorio Euphytos.

Iscrizione obbligatoria – prenotare al numero +393291480685 o alla mail info@laboratorioeuphytos.it

Segnaliamo extra Occit’amo….  Dall’ 1 al 29 agosto

Paesana (via Roma, Sala Polivalente, vicino Lungo Po)

ART EXPO 2020

Mostra pittura, scultura e videoarte

 

Venerdì 7 agosto – ore 21

Paesana (Lungo Po)

SONADORS

Concerto dei Sonadors, gruppo di musicisti che propongono la musica tradizionale della Val Vermenagna e la musica tradizionale occitana in chiave alternativa. I Sonadors sono: Roberto Avena (fisarmonica cromatica), Dario Avena (clarinetto), Michela Giordano (percussioni e voce), Fabrizio Carletto (basso e contrabbasso).

Ingresso gratuito.

Obbligatoria la prenotazione sul sito www.occitamo.it

 

Sabato 8 agosto 2020 – ore 14.30

Bagnolo Piemonte – loc. Montoso

SERGIO BERARDO presenta lo stage APPROCCIO ALLA GHIRONDA

Un’occasione unica per apprendere la ghironda direttamente da Sergio Berardo. Appuntamento aperto anche ai principianti assoluti.

Per informazioni contattare Laura (+39 3485121488) o Flavia (+39 331 9101395)

 

Sabato 8 agosto 2020 – ore 17

Bagnolo Piemonte – loc. Montoso (Sagrato della chiesa)

 

SDRAIATO IN CIMA AL MONDO

LA MIA STORIA DALLA VETTA DEL NANGA PARBAT ALL’INFERNO DEL GASHERBRUM VII

CALA CIMENTI incontro letterario in collaborazione con FESTIVAL BORGATE DAL VIVO

“Sono positivo al tampone per covid, e come se non bastasse mi hanno pure trovato un focolaio di polmonite a destra. È curioso come le prospettive e i valori cambino così rapidamente: solo poco più di una settimana fa mi apprestavo ad elaborare un programma di allenamento da fare in casa sui rulli oppure di corsa nei boschi qui intorno a casa. Avevo anche iniziato a pensare a dei video divertenti per combattere la noia dello stare tra le mura domestiche. Adesso la mia attenzione non è più al chilo o meno che ho preso per poter volare quella vela o no, ma è fissa alle tacchette del termometro, ad ogni respiro che non deve essere peggio di quello precedente. E così vado avanti, giorno dopo giorno. Il mio obiettivo ora non è arrivare in cima a una montagna, ma arrivare al giorno dopo nelle stesse condizioni attuali o, magari, anche un pochino meglio”.

Ingresso gratuito.

Obbligatoria la prenotazione sul sito www.borgatedalvivo.it

 

Sabato 8 agosto 2020 – ore 21

Barge (via Assarti, Ex Officina Ferroviaria)

LOU SERIOL

Nati nel 1992 come gruppo di musica trad Lou Seriol è diventato nel corso degli anni una delle band più longeve e conosciute del panorama della nuova musica tradizionale occitana. Dai primordi acustici alla formazione attuale il fil-rouge è quello della trad-innovazione rigorosamente in lingua d’Oc. Organetto diatonico, auti, voci vengono affiancati dai ritmi delle ballate occitane e il tutto viene rivisto e stravolto fondendo sonorità antiche con l’attualità pop e rock del tempo. Le influenze richiamano la pachanka, il reggae, il punk: il mix risulta esplosivo e coinvolgente. Brani tradizionali come Au pont de Mirabel diventano ballad storiche e nuove composizioni come Laiseme si annoverano come uno dei classici della nuova musica di composizione occitana. Innovare per non dimenticare, innovare per sentirsi vivi e far vivere una musica e una cultura pulsante nei cuori dei componenti della band, codificandola in mille sfaccettature ma facendo fede allo spirito popolare da cui si proviene. Lo spirito sicuramente è quello della festa ma anche e soprattutto la era rivendicazione della propria terra, veicolando la comunicazione dei grandi temi globali vicino a quelli locali senza mai dimenticare la sensibilizzazione e la riscoperta di una lingua e tradizione che continua a vivere, nelle musiche e nei testi delle canzoni, verso un pubblico che non sempre conosce la realtà Occitana ma soprattutto verso quel pubblico occitano che parla in lingua d’Oc. Oltre ai festeggiamenti per i 25 anni di attività rigorosamente sul palco, i Lou Seriol hanno appena pubblicato il nuovissimo disco di inediti Occitan.

Ingresso gratuito.

Obbligatoria la prenotazione sul sito www.occitamo.it

 

Domenica 9 agosto 2020 – ore 6.30

Crissolo (rifugio pian della Regina)

AUTRE CHANT concerto all’alba Aubada

Gli Autre Chant si propongono come una nuova espressione dello spirito Folk Rock Occitano che già ha dato vita negli anni passati a svariati gruppi di fama nazionale e internazionale. Vengono mescolati i classici canoni della musica occitana, celtica e del balfolk con quelli del punk, reggae e rock and roll puntando così sulla grande varietà degli strumenti folk tradizionali, affiancati con pari importanza di suono degli strumenti più elettrici ed “eretici”.

Il gruppo nasce in Val Susa, a pochi chilometri da Torino nel 2011 dall’incontro dei fratelli Rizzo e Alessandro Strano. La formazione attuale è composta da Matteo Rizzo (chitarra elettrica e voce), Alessandro Zolt (fisarmonica, cornamusa, ghironda, flauti), Giorgio Damiano (violino), Martina Sangrali, (basso elettrico), Ivano Roberto (batteria). Sono stati pubblicati negli anni un album nel 2016 (Autre Chant) e due singoli nel 2017.

Ingresso gratuito.

Obbligatoria la prenotazione sul sito www.occitamo.it

 

Domenica 9 agosto 2020 – ore 11

Crissolo (rifugio Pian della Regina)

DESTACHA LA DANÇA

Stage danza con Daniela Mandrile

Obbligatoria la prenotazione al +39 3397950104

 

Domenica 9 agosto 2020 – ore 18

Brondello (Chiesa Parrocchiale)

SIMONETTA BAUDINO

Ingresso gratuito.

Obbligatoria la prenotazione sul sito www.occitamo.it

 

Per garantire la partecipazione nel rispetto delle normative vigenti, una parte degli appuntamenti saranno su prenotazione. Tutte le informazioni, il calendario del festival e le modalità di prenotazione si trovano sempre aggiornate sul sito www.occitamo.it e sui profili social.

 

Occit’amo è promosso da Terres Monviso e organizzato dalla Fondazione Amleto Bertoni.

È stato realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2020 del bando “Performing Arts”. Con questo festival il Comune di Saluzzo è entrato a far parte di PERFORMING +, un progetto per il triennio 2018-2020 lanciato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti non profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

 

Il festival è realizzato con la collaborazione di Espaci Occitan, Nuovi Mondi Festival, La Fabbrica dei Suoni, Borgate dal Vivo, Associazione Ratatoj.

www.occitamofestival.it

Facebook @occitamo

Instagram: @occitamofestival

 

MICKAEL DOUCET: LA POSSIBILITÉ D’UNE ÎLE

Mostra personale

27 agosto – 27 settembre 2020

La possibilité d’une île è il titolo della mostra personale dell’artista francese Mickael Doucet (1974) che CRAG Gallery è lieta di ospitare dal 27 agosto al 27 settembre in via Giolitti 51, Torino.

Le opere in mostra parlano di un’isola.  Un’isola del tesoro o forse un paradiso perduto e misterioso, per l’artista a dire il vero un rifugio rassicurante e contemporaneo che identifica come un luogo vergine, lontano dal tumulto del mondo. E’ un luogo che può essere sia la nostra origine sia la nostra attualità. Le raffigurazioni nascondo dal desiderio dell’artista di tornare ad uno stadio di intimità e solitudine, come a dirigersi verso la rinascita e distacco dalla civiltà talvolta eccessivamente invadente. Questo viaggio, colorato e caratterizzato da architetture e mari, è alimentato dall’amore per la letteratura dalla quale Doucet prende spunto, anche per la scelta dei soggetti rappresentati. Da Zeus, a Ulisse a Thomas Moore. L’isola come utopia, come asilo. Questo “utopico altrove”, così definito da Doucet, viene offerto ai nostri occhi, ma se guardiamo bene è meno inaccessibile di quel che sembri. Infatti a volte è semplicemente la nostra casa, dove ci ritiriamo lontani dai conflitti, per pensare e meditare, con l’aiuto dell’arte e della cultura. La curatrice Marion Guggenheim descrive il lavoro di Doucet come un “qualcosa di lussuoso. Ma il lusso di essere soli in spazi liberi, qualcosa di raro nella nostra realtà urbana.”

La mostra sarà visitabile nell’orario della galleria da martedì a venerdì 15,30 -19,30

sabato 10.30-13.00 / 15,30-19,30 – ogni mattina su appuntamento

 

OULX: FLAVIO POZZALLO ESPONE SCULTURE LIGNEE E UN BRONZO DI MASTROIANNI

Antiquariato e arte moderna si uniscono nella bottega dell’ antiquario Flavio Pozzallo, in via Monginevro 73 a Oulx, in alta Valle di Susa, con orario di visita 10-12,30/ 15,30-19,30, Info:

pozzalloantiquario@gmail.com.

Un incontro, quindi, tra momenti diversi ma ricchi di storia, di riferimenti con la cultura visiva, con i materiali, dal legno al bronzo, che concorrono alla definizione della rappresentazione. E dal documentato catalogo dedicato alla «Scultura Lignea dal Duecento alla fine del Quattrocento», a cura di Vittorio Natale, alle affascinanti natività, si snoda un percorso che per tutto il mese di agosto offre ai visitatori un suggestivo panorama di immagini come il capolavoro Medievale di scultura lignea Abruzzese/Molisana – «Madonna seduta in trono con Bambino» databile al primo quarto del XIV secolo; il San Michele Arcangelo del 1470/1480, attribuito ad uno scultore del Sud Tirolo, della cerchia di Narciso da Bolzano, e la pregevole scultura in bronzo del 1972 di Umberto Mastroianni (1910-1998).

Accanto a questi lavori, recentemente acquisiti, si nota, sempre di Mastroianni, il bassorilievo «Gesso n.1 composizione» del 1964, e di Aldo Mondino (1938-2005) le due singolari opere «Cioccolatini Peyrano del 2000 e «Marchand Couleurs» del 1993 (periodo orientalista).

Di questa bottega, presente dal 1982 alle Biennali dell’Antiquariato di Torino e Milano, si ricordano ancora le tavole futuriste di Uberto Bonetti (1909-1993), che esprimono una particolare e dinamica ricerca pittorica.

 

                                               Angelo Mistrangelo

 

VILLARBASSE, WINE ART CONCERT 2020

 

BARDONECCHIA, PALAZZO DELLE FESTE: INAUGURATA LA MOSTRA STORICA PERMANENTE “GUERRA SULLE ALPI, DALLO CHABERTON AL VALLO ALPINO”

Lungo l’intero arco alpino, a cavallo tra la Prima e la Seconda Guerra Mondiale sono state costruite numerose fortificazioni per difendere il territorio da eventuali attacchi. Forti, fortezze e bunker che sono stati edificati anche in Alta Valle di Susa, su un vasto territorio che dopo la dichiarazione di guerra del 1940, divenne teatro di guerra, costruzioni armate i cui resti, che, sia pure smantellati dopo la guerra, sono tuttora meta di visite da parte di un crescente numero di turisti italiani e stranieri, molti dei quali attenti spettatori alle interessanti conferenze, tenute sul territorio da appassionati e da esperti studiosi. Sull’onda di questo crescente interesse, l’Associazione “Monte Chaberton-515ª Btr. GaF (Batteria Guardia alla Frontiera)”, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Bardonecchia, e il contributo di alcuni volontari, ha allestito al Palazzo delle Feste di piazza Valle Stretta, la mostra “Guerra sulle Alpi, dallo Chaberton al Vallo Alpino”, che è stata inaugurata domenica 2 agosto.  La mostra storica permanente, frutto di anni di studi e ricerche, espone in un’area facilmente accessibile, reperti, fotografie, materiali storici ed uniformi, equipaggiamenti, uniformi  dell’epoca, stampe, riviste e giornali, cartine geografiche militari, modellini didattici delle fortificazioni,  e le testimonianze dei duri scontri che videro protagonisti i militari italiani,  alpini e fanti, impegnati lungo il tratto del Vallo Alpino, dal Monte Chaberton, alle fortificazioni edificate nelle valli Stretta, Rho, Frejus e di Rochemolles, con uno spazio espositivo dedicato alle operazioni militari e agli eventi bellici svoltesi  in Nord Africa. “Sono molto orgoglioso del Progetto – dice Emanuele Mugnaini, presidente dell’Associazione- che consente un approccio a quei 15 giorni di guerra che nel giugno del 1940 sconvolsero la tranquillità delle vallate alpine e che videro le fortificazioni in prima linea, preludio agli eventi ben più gravi che si sarebbero verificati negli anni a venire. Il mio ringraziamento va all’Amministrazione Comunale che ci ha concesso gli spazi espositivi e ai tanti appassionati, tra cui molti ragazzi dell’Alta Valle, che si sono prodigati nella realizzazione dell’allestimento. Siamo inclusivi, mai esclusivi”:

“La nostra Associazione, in futuro – dice Riccardo Tabasso, vice presidente – intende organizzare e condurre in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Ufficio del Turismo, eventi ed appuntamenti culturali inerenti alla storia militare e delle fortificazioni”.

La mostra, con ingresso gratuito, è visitabile durante i giorni di apertura del Palazzo delle Feste di Bardonecchia in Piazza Valle Stretta 1.

Per informazioni: Associazione “Monte Chaberton-515ª BTR.GAF          www.montechaberton.it ;

Telefono +39 338.6141121. Facebook: Monte Chaberton-515 Batteria Guardia alla frontiera.

E-mail: info@montechaberton.it     

 

I GIARDINI DEL CASTELLO PER I CITTADINI DI AGLIÈ

A partire da sabato 1 agosto 2020 e per la durata di un anno, i cittadini di Agliè hanno diritto all’accesso gratuito ai Giardini del Castello, semplicemente presentando in biglietteria un documento d’identità che attesti la residenza entro i confini del territorio comunale alladiese. Ad annunciarne l’imminente entrata in vigore sono stati, questa mattina in conferenza stampa, Alessandra Gallo Orsi, Direttrice del Castello per la Direzione regionale Musei del Piemonte – MiBACT, e Marco Succio, Sindaco del Comune di Agliè. Agli abitanti del luogo è così riservata un’ampia opportunità di fruizione della magnifica cornice che circonda il Castello, un’area verde scaturita da interventi progettuali di rilievo e stratificazioni storiche: impostata come un giardino all’italiana dal conte Filippo San Martino intorno alla metà del Seicento, è oggi caratterizzata dall’assetto voluto nel 1839 dalla regina Maria Cristina di Borbone-Napoli, vedova del re Carlo Felice. Si tratta di una struttura complessa, articolata in tre livelli: un giardino basso con piante ad alto fusto ad ovest, un livello medio in cui sono inclusi il labirinto di siepi verso il giardino basso, il prato all’inglese a sud e il giardino dei rododendri ad est, e un piano terrazzato che ospita un giardino pensile con il Padiglione della Colombaia e le Serre. Queste ultime, utilizzate tuttora per porre al riparo diverse tipologie di piante dai rigori invernali, comprendono un susseguirsi di ambienti suggestivi come la Citroniera, le Sale dei Bagni e la Serra Verde, tappezzata da fronde di Ficus repens. “Con questa agevolazione – precisa la Direttrice Gallo Orsi – la Direzione regionale Musei, in accordo con il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, intende rafforzare il legame delle comunità con il loro patrimonio culturale. Un dialogo che passa anche attraverso la scelta di offrire ai residenti alladiesi momenti di svago, relax e raccoglimento nei Giardini storici senza il vincolo del biglietto a pagamento, da parte nostra una forma di restituzione alla collettività, ancor più importante in questo periodo in cui l’emergenza sanitaria ha modificato le regole della vita sociale negli spazi pubblici”. Il complesso monumentale del Castello di Agliè costituisce infatti uno dei tratti fondanti dell’identità del territorio ed è per questo che la Direzione intende lavorare nella prospettiva di un coinvolgimento dei suoi attori sociali e della cittadinanza tutta, a partire da attività di confronto e interazioni sinergiche con le istituzioni locali. “La comunità alladiese che mi pregio di rappresentare – afferma il sindaco Succio – accoglie con grande entusiasmo la possibilità di accedere gratuitamente ai Giardini del Castello, una scelta importante della Direzione regionale Musei che contribuirà sicuramente alla valorizzazione dell’asse Castello-Borgo, nonché a una più assidua frequentazione del Castello e dei suoi Giardini da parte dei residenti che in questo particolare periodo hanno riscoperto il piacere di una passeggiata all’aria aperta nel proprio paese. Mi piace pensare che i cittadini possano considerare i Giardini del Castello come un luogo abituale in cui trascorrere del tempo leggendo un libro, facendo jogging o semplicemente riscoprendone la bellezza. Questa iniziativa, inoltre, non fa che rafforzare il rapporto di collaborazione tra l’Amministrazione civica e la Direzione del Castello, che intendiamo portare avanti con proficuo impegno”. I Giardini del Castello sono dunque pronti ad accogliere i cittadini di Agliè, nell’auspicio di una condivisione sempre più sentita e consolidata dei valori culturali e identitari che definiscono questo straordinario territorio.

Giardini del Castello di Agliè

Orario: mart.-dom. 9-19; ultimo ingresso alle ore 18.

Orario biglietteria: mart.-dom. 8.30-18.

Biglietti: gratuito su presentazione di documento d’identità che attesti la residenza nel Comune di Agliè; per gli altri visitatori tariffa unica € 2,00; gratuito per minori di 18 anni; ulteriori gratuità in base a disposizioni di legge e convenzioni.

Info: drm-pie.aglie@beniculturali.it; tel. 0124 330102.

All’interno dei Giardini è vietato sostare per picnic, giocare con il pallone, introdurre cani e animali; è altresì vietata ogni attività che possa arrecare disturbo alla quiete pubblica o risultare non conforme ai valori storico-artistici del sito.

Si ricorda che la visita al Castello è possibile, attualmente, solo su prenotazione obbligatoria: per info su orari, tariffe e modalità di accesso http://polomusealepiemonte.beniculturali.it/

 

SACRA DI SAN MICHELE: APERTURE STRAORDINARIE PER L’ESTATE E ILLUMINAZIONE SPECIALE

La Sacra di San Michele, mille anni di fascino e mistero lungo la Via Francigena.

Un primo punto di interesse per il visitatore ivi giunto, è il “Sepolcro dei Monaci”. Questa costruzione, ormai ridotta a rudere, risale al X secolo. Di forma ottagonale, era la riproduzione del Santo Sepolcro. L’ingresso al complesso abbaziale è in un’antica torre, la “Porta di Ferro”. Un tempo era chiamata “Porta dell’Asino”, perché era qui che si arrestavano le cavalcature e i pellegrini procedevano a piedi. Tre croci templari sono incise nella pietra accanto alla porta. Sarebbero la testimonianza di una visita dei cavalieri avvenuta ottocento anni fa. Più avanti usciti dalla chiesa, il visitatore ammira le rovine del Monastero Nuovo e la torre della “Bell’Alda”.

Immergersi nell’atmosfera dell’Abbazia questa estate sarà ancora più interessante. Alla Sacra di San Michele sono stati decisi gli orari di visita per l’estate con una sorpresa per i visitatori.

Nel mese di Agosto infatti l’orario sarà continuato tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, ora in cui verranno chiusi i cancelli per l’ultimo ingresso.

La domenica dalle 11.15 alle 13 l’ingresso sarà consentito solo per la partecipazione alla Santa Messa.

Ma le sorprese non sono ancora finite.

Durante i weekend di Agosto al calar del sole si potrà nuovamente assistere all’illuminazione “speciale” dell’Abbazia, la quale si ri-vestirà del “drapò” piemontese.

Durante la settimana la Sacra sarà illuminata regolarmente con luce classica.

Terminata l’esperienza abbaziale, il turista può recarsi in uno degli splendidi paesini della Valsusa, ricchi di storia e tradizioni.

 

AVIGLIANA, MOSTRA “DAME, ANIMALI PREZIOSI, MUSICA E ALTRE STORIE”

Chiesa di Santa Croce (piano terreno)

Piazza Conte Rosso – 10051 Avigliana (To)

Artista:            Giuliana Cusino, ceramiche

da sabato 1 agosto a domenica 25 ottobre 2020

Orario di apertura: sabato e domenica        16:00-20:00

Intitola “Dame, animali preziosi, musica e altre storie” l’ultima sequenza di suoi lavori Giuliana. Anch’essi poggeranno su una parete, dopo che, su di essi, avremo fissato la nostra attenzione. Paiono i suoi, soggetti a tema che, in passato, in area Padana ebbero le loro forme vaghe anticipate dai tarocchini manieristi, e sviluppano giochi a metà tra quelli delle carte ed i percorsi incantati, detti gioco dell’oca, in cui si avanza lanciando i dadi della sorte… a dire il vero però, molto c’è ancora che da noi va detto per apprezzarne la beltà e, avanzando passo a passo, con stupore subirne il fascino.

Gli occhi andranno socchiusi allora, ed avremo a cercare tra i ricordi le parole più appropriate per dire di loro, prima che svaniscano sfocati come i sogni dei bambini, perché le cose belle spesso patiscono per arcani sortilegi per cui tosto l’incanto s’interrompe e vien da piangere perché non si vede più nulla.

Non così, non così i raku di Giuliana che il fuoco non esplose: lo sanno le corali mute, i suoni intatti che qua e là, con oche, cavalli e gatti, la ceramista inanella in silenzio profondo animando una magnifica sequela.

Son bimbe, principesse e fate, tutte piene di decoro, comportate, che vengono a noi d’un altro mondo, tant’è lontano da quaggiù, e ne restiamo tutti tanto ben suggestionati, senza aver da afferrarle per trattenerle per noi illudendoci, in un desiderio di potenza… l’aveva anticipato Klee e qui ora ritorna con un taglio di luce sulla forma: a nulla vale credere che sia diverso, solo c’è ciò che appare, o si rivela, non serve domandare perché, né, meno che mai, capire… la gru, il camaleonte, il gatto o l’uccello giallo nel bosco, che Paul fissò con la sua arte tempo addietro.

Agata, Angelica, Lucrezia, Gertrude, Beatrice, Biancaneve, Ginevra, Morgana, Lucilla, Indira, Zaira o Haniko: gli angeli son tutti impalpabili, soavi, soffusi, come fiori, e coi suoni e le bestiole, nobilitati, stanno composti, non capitombolando tra i diavoli del mondo, ché solo così, con loro, la girandola lieve ha corso, e non impazza angosciata, senza pace, disperata, lo dice chiaro e netto il raku: a nulla giova, se no, l’averli immaginati!

Carlo Alfonso Maria Burdet

 

PINEROLO, BANDAKADABRA IN “FIGURINI”

Venerdì 07 agosto 2020 ore 21.00

Area Spettacoli Corelli – Pinerolo

Venerdì 07 agosto presso l’Area Spettacoli Corelli, il Comune di Pinerolo – nell’ambito di “Il più grande palcoscenico del Piemonte” in collaborazione con Piemonte dal Vivo – propone Bandakadabra in Figurini. Quadri, figure, figurini. Un susseguirsi di “immagini musicali”, di piccoli atti unici legati tra di loro dal meccanismo dell’associazione mentale, della citazione, delle scatole cinesi, o molto più semplicemente da un accordo in si bemolle. La Bandakadabra, estrosa formazione di fiati e percussioni torinese, una “fanfara urbana” secondo l’efficace definizione di Carlin Petrini, nata sulla strada, in mezzo alla gente che si sa, in quelle situazioni, è tutta da conquistare, fa un ulteriore passo avanti nella sua carriera e si cimenta in uno spettacolo comico-teatral-musicale dai toni vagamente surreali e dadaisti, capace, all’occasione, di abbattere la quarta parete e creare un flusso di comunicazione con gli spettatori seduti in platea. A fare da fil rouge naturalmente la musica, l’unica capace di unire immaginari, situazioni e temi tra loro apparentemente inconciliabili.

 Giulio Piola, tromba

Stefano “piri” Colosimo, tromba

Francesco “cecio” Grano, sax tenore

Simone Garino, sax contralto

Enzo Ceccantini, sax tenore

Elia Zortea, trombone

Max Vienco.  tuba, susafono

Renato Tarricone, rullante

Gipo Di Napoli, cassa

NIDODIRAGNO CMC

Biglietti

Biglietto unico € 10

acquistabile presso Ufficio del Turismo di Pinerolo, Via Duomo, 1 (fronte Palazzo del Comune) Telefono: 0121.795589. Da martedì a venerdì dalle 9.00 alle 14.00. Sabato dalle 9.30 alle 15.30. La seconda domenica di ogni mese dalle 14.00 alle 17.00

Biglietti in vendita anche la sera dello spettacolo a partire da un’ora prima e su https://www.vivaticket.com/.it

 

 

 

AVIGLIANA, MOSTRA “UNA NUVOLA AL GIORNO

Chiesa di Santa Croce (piano soppalcato)

Piazza Conte Rosso – 10051 Avigliana (To)

Artista:            Mara Cozzolino, Disegni a biro

Periodo: da sabato 1 agosto a domenica 25 ottobre 2020

Orario di apertura: sabato e domenica        16:00-20:00

1 virus che fa il salto di specie; 1 contagio che si diffonde velocemente tra i nuovi ospiti; 1 strategia per cercare di contenere l’infezione; 52 giorni di distanziamento fisico e di1 isolamento sociale; 1 finestra sul cielo; 52 quadrati di carta; 8 o 9 biro;  0,52 più di mezzo metro quadrato di inchiostro; 500.000 forse mezzo milione di tratti, ognuno dei quali aiuta a dissolvere le ansie della pandemia.

Fabio Panicco

 

VERBANIA: PROSPETTI DI LAGO. UN PROGETTO PER REALIZZARE MURALES PER LA VALORIZZAZIONE ARTISTICA E CULTURALE DEL BORGO DI SUNA

L’Amministrazione comunale di Verbania, in collaborazione con il Quartiere Verbania Ovest, gli esercizi commerciali di Verbania Suna e l’Associazione MillEventi, ha messo in campo Prospetti di Lago, un progetto per realizzare murales per la valorizzazione artistica e culturale del borgo. Si vorrebbero decorare alcune case del suggestivo centro storico di Suna, continuando così la tradizione locale e l’antica usanza di affrescare i muri con soggetti religiosi e non.

Sei un artista? Vuoi regalare un tuo dipinto alla città?

Proponi la tua candidatura a sindaco@comune.verbania.it e per conoscenza a enoteca.monterosso@gmail.com

Ti verrà spedito il regolamento e una apposita commissione valuterà i bozzetti (tematiche legate al luogo, inerenti storia tradizioni ambiente) e ti indicherà dove fare il lavoro, mettendoti a disposizione i materiali per realizzarlo.

Sei un residente a Suna? Vuoi offrire un muro della tua casa?

Proponi la tua candidatura a sindaco@comune.verbania.it e per conoscenza a enoteca.monterosso@gmail.com mandando una foto del muro che vorresti dipingere e l’esatta ubicazione. La Commissione paesaggistica valuterà che i muri non siano sottoposti a vincolo e che i lavori proposti siano adeguati. Se sarà possibile la tua casa verrà valorizzata da un dipinto che non ti costerà nulla.

 

 

 

 


Scarica come PDF


Pubblicità
Pubblicità
×