Sulla “San Giuseppe” di Castelnuovo don Bosco parte un esposto alla Procura

Un esposto è stato inviato alla Procura della Repubblica di Torino da parte del Presidente Riccardo Ruà e della vice Presidente Rachele Sacco della Associazione contro la malasanità e per i diritti umani “Graziani Adelina sulla situazione della casa di riposo San Giuseppe di Castelnuovo don Bosco. Nell’esposto, i responsabili dell’associazione scrivono di essere stati, all’inizio, informati da fonti interne alla struttura della presenza di numerosi casi di positività al covid sia da parte di ospiti che riguardo al personale della cooperativa operante all’interno della struttura, e che nei giorni successivi la parente di un ricoverato aveva a sua volta presentato un esposto sulla grave situazione della struttura. I responsabili dell’associazione citano poi un verbale dell’asl TO5 che aveva dichiarato la necessità di sgomberare un reparto intero della struttura perché non idoneo ad ospitare pazienti malati e dichiarano che lo sgombero, di competenza del sindaco di Castelnuovo don Bosco, non è mai avvenuto. “A seguito del risalto dato dalla situazione ci aspettavamo degli atti concreti da parte dei rappresentanti della struttura e da parte dell’amministrazione locale per provvedere a rimettere in sicurezza la struttura, a garantire la salute delle persone ospitare e del personale dipendente, nonché di fare chiarezza su quanto accaduto per rispetto delle famiglie e dei parenti delle persone malate, positive e decedute all’interno della struttura” L’invito alla Procura è di verificare “le condotte del sindaco di Castelnuovo don Bosco in merito alle azioni urgenti richieste tempestivamente dall’asl TO  5 (…) nonchè “le condotte dei legali rappresentanti della cooperativa Kcs, della casa di riposo San Giuseppe e di tutti coloro che avrebbero dovuto tutelare gli ospiti.”

Pubblicità
Pubblicità
×