Santena, dal Comune contributo all’Istituto Comprensivo

Il Comune di Santena ha erogato all’Istituto Comprensivo tredicimilacinquecento euro. Un contributo economico finalizzato all’acquisto di materiale didattico, al finanziamento di diversi educativi ed al sostenimento delle spese di gestione dell’anno 2020. Cinquemila euro sono stati destinati al cofinanziamento del progetto che prevede l’allestimento di un’aula di scienze alla scuola media “Giovanni Falcone”. Altri duemilacinquecento euro, invece, sono andati a coprire la spesa relativa ad un intervento di sanificazione straordinaria che è stato svolto alla scuola dell’infanzia “Marco Polo” durante il periodo di emergenza causato dalla diffusione del virus Covid-19. Mille euro sono stati invece stanziati per pagare la spesa relativa all’acquisto del registro elettronico per la scuola primaria e secondaria di primo grado e di registri cartacei per la scuola dell’infanzia. I restanti cinquemila euro, invece, sono serviti per l’acquisto di materiale, didattico, informativo e sportivo, al finanziamento di progetti come il teatro, i giochi studenteschi ed il pedibus e più in generale per sostenere le spese necessarie per il buon funzionamento dell’Istituto Comprensivo. «Ogni anno l’Amministrazione comunale – interviene Francesco Maggio, Assessore alle Politiche Educative, Giovanili e di Innovazione Infrastrutturale del Comune di Santena – stanzia dei fondi per garantire il funzionamento della scuola e per sostenere le attività proposte nell’ambito del Pof, l’acronimo del Piano dell’Offerta Formativa. Nonostante i numerosi investimenti e le spese sostenute dall’Amministrazione per far fronte all’emergenza Coronavirus, ci è sembrato giusto erogare anche quest’anno all’Istituto Comprensivo il contributo ordinario visto il momento di difficoltà che sta vivendo. Gli altri anni devolvevamo alla scuola anche i contributi per il trasporto scolastico interno e per l’utilizzo del teatro, attività che quest’anno non sono state fattibili. Per questo abbiamo introdotto due nuovi contributi. Uno per la sanificazione dei locali della scuola ed un altro aggiuntivo per finanziare il nuovo laboratorio di scienze. Un progetto seguito in prima persona dal consigliere comunale Domenico D’Angelo che pubblicamente ringrazio. Oltre all’erogazione dei contributi economici – prosegue l’Assessore – il Comune si fa carico delle spese relative alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici, alle utenze come l’energia elettrica, il telefono, il riscaldamento e l’acqua ed alla fornitura degli arredi e dei supporti didattici, dei registri e degli stampati per la segreteria. Sempre l’Amministrazione – conclude Francesco Maggio – garantisce anche l’intervento di personale educativo specializzato per una spesa complessiva di oltre centoventimila euro».

Pubblicità
Pubblicità
×