ALLA CROCE VERDE DI MOMBERCELLI È PARTITA LA CAMPAGNA DI  VACCINAZIONE. 

È partita  ufficialmente la campagna vaccinale per contrastare la diffusione del corona virus e si è inserito nelle liste prioritarie dei beneficiari del vaccino anti-Covid anche i volontari di tutte le organizzazioni emergenza urgenza. Nella prima tranche di somministrazione del vaccino anti Covid  ci sono anche i soccoritori della Croce  Verde di  Mombercelli e in 30  hanno preso parte alla campagna di vaccinazione. Operatori  impegnati ogni giorno in prima linea fin da inizio emergenza nei servizi in ambulanza e nelle altre numerose attività di assistenza alla popolazione, che costituiscono un patrimonio fondamentale per l’intero sistema sanitario del paese e non solo. Il Vaccine Day dedicato ai Volontari del Trasporto Sanitario vuole essere anche un modo simbolico per dire grazie ai tanti volontari che, ogni giorno, con passione, dedicano parte del loro tempo in attività di volontariato. I Volontari sono stati, fin dall’inizio della pandemia, sempre in prima linea,  con i loro mezzi, per un importante lavoro di squadra tra volontari e personale sanitario, che ha permesso di affrontare i periodi più critici della pandemia. A loro  rinnoviamo un sincero ringraziamento a nome dell’intera comunità mombercellese. Lo straordinario impegno dei Volontari della Croce Verde non si ferma: dagli interventi sanitari al sostegno alle categorie più vulnerabili  e l’importanza del vaccino per combattere il Covid 19. L’alta adesione è un ottimo segnale ed è la dimostrazione della volontà di vaccinarsi del personale, che svolge ogni giorno numerose attività in prima linea, soprattutto quella a bordo delle ambulanze per assistere anche pazienti positivi o con sintomi sospetti.    Per questo è fondamentale garantire la sicurezza di tutti gli operatori a più alto rischio come i  soccorritori. Medici, infermieri, operatori socio-sanitari, ma anche medici delle residenze per anziani, quindi gli over 80enni e i fragili. Sono queste le categorie che per prime verranno vaccinate contro il Covid. La strada è ancora lunga e ci vuole cautela e prudenza, non dobbiamo illuderci che tutto sia finito, ma c’è finalmente un vaccino che è gratuito per tutti, ma non obbligatorio e bisogna essere cauti, pazienti e responsabili.

                                               Alessandra Gallo

Pubblicità
Pubblicità
×