MONUMENTI COMMEMORATIVI A MONTALDO SCARAMPI

Come in tutti i comuni italiani, dopo la Grande Guerra fu eretto anche a Montaldo Scarampi un monumento commemorativo, per celebrare eternamente il ricordo di tutte le giovani vite spezzate dai tragici eventi bellici. Conclusa la Guerra, che costò all’Italia il sacrificio di 600.000 soldati e durante la quale Montaldo subì numerose perdite, si potè innalzare un monumento degno del sacrificio dei morti e del pianto dei superstiti. Promotore del monumento fu il colonello Squillia che creò con l’amministrazione comunale Barberis  la progettazione di tale opera che fu collocata all’inizio del paese nel 1963. Fu il primo monumento eseguito a Montaldo, infatti negli anni antecedenti esisteva solo una lapide dei Montaldesi caduti sui vari fronti, posta sotto ai portici del vecchio palazzo comunale abbattuto. Il monumento si compone di un alto basamento in marmo a pianta rettangolare dove sono incisi i nomi dei soldati a ricordo del valore militare e formato da gradoni, alla cui sommità si trova l’effige della Vittoria alata  che vigila alla frontiera della Patria. Questo, come altri monumenti commemarativi della guerra sono una testimonianza di omaggio ai caduti,  poiché Montaldo non possa dimenticare i suoi figli morti sul campo di battaglia, i quali costituiscono il contributo di sangue dato dal nostro paese alla causa dell’unificazione della Patria. Il  monumento rappresenta un momento di riconoscimento nazionale ricordando nomi, storie di persone e di intere famiglie che hanno versato il proprio tributo di sangue ad una delle tragedie più immani di cui è stato capace il genere umano nel corso del ‘900.  Anche il paese di Montaldo  ebbe il suo Monumento ai Caduti, oggetto di un importante intervento di restauro conservativo negli anni ’2000. In questi anni, nel centro del paese è stato anche eretto un Monumento dedicato agli Alpini, costituente una lapide alla cui sommità vi è                   un ‘aquila e davanti a vigilare vi è una statua d’alpino in bronzo. Nel bicentenario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri, il Gruppo Carabinieri in Congedo di Montaldo con la collaborazione dell’Ass. Naz. Carabinieri di Canelli nel 2014 hanno inaugurato accanto alla stele che ricorda i caduti di tutte le guerre, il Monumento  in onore del Carabinere con la scritta del loro motto:                “Nei secoli fedele” e l’opera ricorda il lavoro e soprattutto il sacrificio di tanti carabinieri nella difesa della legalità e della democrazia.

Alessandra Gallo

Pubblicità

Lascia un commento

Pubblicità
×