DOMENICA E’ AVVENUTA L’INAGURAZIONE DEI NUOVI SPAZI ESPOSITIVI NELLA “ROCCA” DI COSTIGLIOLE

SpazioArte LaRocca collocata nella storica Casa Prunotto del ‘600, è il nome della nuova sede artistica inaugurata domenica scorsa dell’associazione Costigliole Cultura, che da anni promuove la ricerca e il mantenimento della memoria collettiva, la conservazione e la  tutela del patrimonio storico e culturale del territorio costigliolese in tutte le sue forme ed espressioni. Una settantina di tesserati che, oltre a occuparsi di arte e storia locale, hanno a cuore il recupero del territorio.                                  I settori in cui intervengono i volontari di Costigliole Cultura sono nella gestione della biblioteca civica, organizzazione di spettacoli, mostre d’arte, laboratori di fotografia, organizzazione di escursioni turistiche per la conoscenza del paesaggio, servizio di apertura e vigilanza al castello.    Negli eleganti locali con i soffitti affrescati e i pavimenti a mosaico messi a disposizione dalla famiglia Prunotto si può ammirare la mostra d’ arte organizzata dall associazione “Costigliole cultura” che si trova nella Rocca di Costigliole dietro la chiesa parrocchiale in via Provale, 11.                    Il borgo è molto piccolo e dopo le passeggiate alla scoperta del territorio ed il concerto a San Michele, è il momento della ripartenza con SpazioArte Casa Prunotto nella medievale Rocca di Costigliole, la nuova sede espositiva con l’apertura della prestigiosa mostra ‘900 astigiano – pittori astigiani del secolo scorso, direzione artistica di Claudio Cerrato, coadiuvato da alcuni soci esperti di arte.   E’ stata esposta un’opera dei seguenti artisti: Paolo Aluffi, Paolo Bernardi, Guglielmo Bezzo, Annibale Bianchi, Giovanni Buoso, Carlo Carosso, Silvio Ciuccetti, Ottavio Coffano, Giuseppe Colli, Demetrio Corino, Giancarlo Ferraris, Paolo Fresu, Eugenio Guglielminetti, Emanuele Laustino, Giulio Lucente, Giuseppe Manzone, Delfino Marengo, Maria Martinengo, Valerio Miroglio, Giovanni Olindo, Amelia Platone, Enza Prunotto, Gigi Quaglia, Massimo Quaglino, Giovanni Rosa, Mino Rosso, Giovanni Rovero, Carlo Terzolo.  Quasi duecento persone hanno visitato la mostra, guidati dalla padrona di casa Enza Prunotto, dal curatore Claudio Cerrato e dal Presidente di Costigliole Cultura Filippo Romagnolo,  che fa un ringraziamento speciale a tutti i soci di Costigliole Cultura che hanno reso possibile con il loro supporto la manifestazione. Numerose le autorità presenti: il sindaco di Costigliole, l’onorevole Andrea Giaccone, il presidente della Provincia Paolo Lanfranco, il presidente della Confarigianato di Asti Roberto Dellavalle e i sindaci di Montegrosso Marco Curto e di Monastero Bormida Gigi Gallareto. La mostra resterà aperta dal 12 settembre al 7 novembre con i seguenti orari: sabato 15,30 – 18 e domenica 10 – 12,30 15,30 – 18.Durante la mostra verranno organizzati numerosi eventi culturali: presentazione di libri, proiezioni e convegni. Inizieranno sabato 18 settembre dalle ore 16 con la presentazione della tesi di laurea di Alessandra Mighetto “Il caso Nebiolo” d’inchiostro di luna e di vino con l’intervento di Maria Paola Nebiolo, Giancarlo Ferraris, Claudio Cerrato e Gianpiero Nuccio. E’ consigliata la prenotazione ai numeri 388 1945365 / 347 1088592 o all’indirizzo costigliole.culturamail.com.                     Si ricorda l’obbligo di Green Pass in linea alla normativa vigente sulle mostre.

Alessandra Gallo

Pubblicità
×