Pino Torinese, Alpini a Biella per commemorare i pinesi morti in guerra

Una pietra con inciso il numero dei caduti pinesi durante la Prima Guerra Mondiale verrà posizionata nell’area monumentale di Nuraghe Chervu a Biella andando a formare, insieme alle altre centinaia corrispondenti ad altrettanti comuni, un percorso di pietre da inciampo presso l’area monumentale “Nuraghe Chervu”, dedicata alla memoria della Brigata Sassari. L’iniziativa è accreditata quale progetto rientrante nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri e ha l’obiettivo di completare l’area monumentale con la realizzazione di un lastricato commemorativo composto da pietre provenienti da tutti i Comuni d’Italia affinché la memoria collettiva affievolita sia invece rafforzata e tramandata.La proposta, inviata dal Comune di Biella e del Circolo Culturale Sardo “Su Nuraghe” e accolta favorevolmente dall’Amministrazione del Comune di Pino Torinese, è stata trasmessa tramite le prefetture piemontesi e sarde ai 1.917 comuni piemontesi e ai 377 comuni sardi. La pietra, con inciso sopra il nome del Comune di Pino Torinese e il numero 49, che corrisponde al numero dei caduti, verrà portata a Biella dal Presidente dell’Associazione Alpini di Pino, Francesco Balcet, cui va il ringraziamento dell’Amministrazione comunale per la collaborazione.

Nella foto Francesco Balcet Presidente del Gruppo Alpini di Pino Torinese con il sindaco Alessandra Tosi.

 

Pubblicità
Pubblicità
×