CRONACA – Chieri. La sentenza: Sara e la figlia sono morte per una fatalità. Assolti i medici dell’ospedale di Moncalieri

L’ospedale Santa Croce di Moncalieri

La morte della chierese Sara Festa e della bimba che aveva in grembo, nel luglio 2017 alle Molinette, è avvenuta per una fatalità e non per un errore dei tre medici dell’ospedale Santa Croce di Moncalieri che l’avevano dimessa con un comportamento che la pubblica accusa aveva ipotizzato negligente. Questa la sentenza emessa ieri, martedì 14, dal giudice monocratico del Tribunale di Torino al termine di un processo di primo grado in cui la procura aveva chiesto condanne a due anni per tre medici dell’ospedale moncalierese. “Il fatto non sussiste”, la motivazione: secondo la perizia chiesta dal giudice, infatti, la morte sarebbe stata causata da una patologia cardiaca occulta e non rilevabile, rilevata appunto solo a seguito della perizia. Quasi certamente la procura e la parte civile presenteranno appello contro questa sentenza che assolve pienamente i tre medici.

 

Pubblicità
×